Terremoto, Fondazione Rava inaugura sette scuole a Norcia, Cascia ed Eggi

Terremoto, Fondazione Rava inaugura sette scuole a Norcia, Cascia ed Eggi

Terremoto, Fondazione Rava inaugura sette scuole a Norcia, Cascia ed Eggi La Fondazione Francesca Rava N.P.H Italia Onlus ha coordinato un grande lavoro di squadra con Istituzioni, donatori e tecnici, che ha permesso di inaugurare 7 scuole nelle zone più colpite dal terremoto in Centro Italiascuola nel 2016, 5 nel 2017 e 1 nel 2018.

Nello specifico: 6 strutture scolastiche antisismiche in Umbria (Norcia, Cascia e Eggi) e nelle Marche (Arquata del Tronto).

Attualmente sono in corso i lavori di costruzione per una nuova scuola dell’Infanzia che verrà inaugurata in ottobre nelle Marche, a Pieve Torina (MC), dove il 90% degli edifici è inagibile.

Sono circa 1.000 gli studenti beneficiari di questo impegno, che possono contare su strutture antisismiche nella loro comunità; un punto fermo contro lo spopolamento di bellissimi territori.

Progetti sanitari ed educativi

Oltre che nella costruzione di scuole, la Fondazione Francesca Rava è impegnata anche in altri progetti sanitari ed educativi.

Ha sostenuto l’allestimento di 1 ambulatorio ginecologico ad Arquata del Tronto e sta partecipando alla ricostruzione del nuovo ospedale della Valnerina (Cascia), sostenendo il progetto di Comune, Usl Umbria 2 e Monastero di Santa Rita.

La Fondazione ha inoltre organizzato laboratori didattici, gite d’istruzione a Milano e istituito borse di studio per gli studenti delle zone colpite dal terremoto. E’ prossima alla pubblicazione di un libro realizzato con la collaborazione dei bambini di Norcia e di famosi autori per ragazzi, con l’obiettivo di continuare a raccogliere fondi e sostenere nuovi progetti per l’infanzia colpita dal sisma.

Cronistoria dell’impegno della Fondazione Francesca Rava in Centro Italia

Dopo le prime scosse del 24 agosto 2016, la Fondazione Francesca Rava si è subito attivata. L’esperienza in prima linea maturata in Haiti nell’emergenza terremoto del 2010 e poi in Emilia, Nepal, Ecuador, ha sviluppato sensibilità, competenze tecniche e logistiche.

  • Il 29 novembre 2016è stata consegnata la prima scuola ad Arquata del Tronto (AP) per 100 bambini, intitolata alle piccole vittime del sisma di agosto: Marisol, Gabriele, Giulia, Elisa, Giordano, Arianna, Tommaso e Lucrezia.
  • Il 31 marzo, il 9 maggio e il 23 maggio 2017è stata la volta rispettivamente delle scuole elementare, materna e media di Norcia (PG), un plesso scolastico per ben 600 studenti.
  • Il 6 giugno 2017la Fondazione ha consegnato 2 scuole a Cascia (PG), 1 elementare emedia, per 160 bambini ragazzi.
  • Il 6 aprile 2018,è stata posata la prima pietra per inaugurare l’avvio dei lavori della nuova scuola dell’infanzia definitiva di Pieve Torina, uno dei paesi del Maceratese più colpiti dai terremoti del 2016. La consegna della struttura è prevista per fine ottobre.
  • Il 10 maggio 2018, è stata consegnata la nuova scuola dell’Infanzia ad Eggi (PG), per circa 25 alunni.

Il modello di intervento

La Fondazione ha adottato un modello vincente di collaborazione con le istituzioni, unito alla generosità di molti sostenitori. Grazie alla donazioni ricevute, è la Fondazione stessa che commissiona coordina il lavoro di costruzione con i fornitori in collaborazione con la Protezione Civile, che presta aiuto seguendo gli scavi delle fondamenta e l’urbanizzazione, e le istituzioni con le quali il progetto viene condiviso. Infine dona la scuola realizzata al Comune interessato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*