🔴Video🔴 Arianna Verucci la sua fabbrica di cioccolato una storia di sacrifici e di gioia

Arianna Verucci sarà candidata alle Europee per Forza Italia

Arianna Verucci la sua fabbrica di cioccolato una storia di sacrifici e di gioia
Arianna Verucci

🔴Video🔴 Arianna Verucci la sua fabbrica di cioccolato una storia di sacrifici e di gioia

«Basta chiacchiere e promesse, bisogna risolvere i problemi delle aree terremotate». E’ quanto ha detto il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani a Perugia presentando la candidatura alle elezioni europee di Arianna Verucci, imprenditrice di Norcia che produce di cioccolato.

«Arianna non si è arresa – ha detto il presidente del Parlamento Europeo – ha fatto come ogni bravo imprenditore fa, resiste. Ha resistito ai danni, alla paura e allo sconforto ed è per questo che, crediamo, sarà la candidata giusta per le Europee per Forza Italia».

Abbiamo girato la telecamera e il microfono verso Arianna: “Produco cioccolato – ha detto -, ho una piccola azienda a Norcia. E dopo il sisma mi sono rimessa in gioco da sola per non abbandonare quello che era rimasto della mia azienda. Era, purtroppo, gravemente lesionata e con l’aiuto del sindaco (Nicola Alemanno si è commosso davanti a lei e ai giornalisti ndr), che mi ha spinto a ripartire, perché altrimenti sarebbe venuta giù tutta. Il 3 novembre 2018 ho cominciato il lavori e il 6 gennaio abbiamo di nuovo inaugurato. E ora ci provo (riferendosi alla candidatura alle Europee ndr), ce la metto tutta e spero di farcela».

Il laboratorio di Arianna Verucci, la prima azienda a ripartire dopo le scosse devastanti del 30 ottobre 2016…

Norcia, 17 novembre 2018 – Parla e ride, innamorata del suo lavoro, entusiasta di regalare dolci sogni, una pausa di ristoro per provare a pensare che le cose potranno tornare davvero come prima. Ma non come dicevano i politici, ricordate, ricostruiremo tutto dov’era e com’era. La gente è più saggia, sa bene che quello è solo uno slogan. Come prima vuol dire con la grinta e la passione dei ‘vecchi’, da trasmettere ai ragazzi. Arianna Verucci, bionda e solare, titolare della Cioccolateria Vetusta Nursia – un’istituzione a Norcia e non solo – è stata la prima a riaprire l’azienda dopo le scosse devastanti di terremoto del 30 ottobre 2016.



Su una parete, in bella evidenza, un dipinto che ritrae i genitori. Morti pochi mesi dopo, “per il dispiacere”. La fabbrica delle dolcezze in questi giorni è un cantiere inarrestabile. Pochi passi e già si è conquistati da odori irresistibili. Ecco le specialità, il cioccolato al tartufo nero di Norcia -“un’idea di papà, lo inventò per caso” – e il farro soffiato. Gli otto dipendenti vanno di corsa, ci sono i Babbi Natale da decorare, qui arrivano le scuole per vedere le fontane di cioccolato come nelle favole: fondente, al latte, bianca e rosa, la moda del momento. Ma questa non è una storia sdolcinata. Racconta piuttosto la tenacia, la solidità senza fronzoli. Prendete appunti sui passaggi: il 30 ottobre 2016 alle 7.40 del mattino le scosse da 6.5 di magnitudo, il terremoto più forte dopo quello dell’Irpinia (6,9, era il 1980). Il 3 novembre sul piazzale qui davanti “c’era già una gru enorme. Attorno al 12 dicembre abbiamo finito i lavori, il 6 gennaio abbiamo inaugurato”. Arianna ha lasciato le foto di com’era prima, danni ovunque, il soffitto crollato, “perché chi arriva qui non comprende subito di trovarsi in un posto tutto nuovo”. Lei è rimasta per l’amore dei genitori che iniziarono l’impresa, dei figli e anche per gli altri suoi “ragazzi”,  i dipendenti che sono come in famiglia. Fa lo sguardo pensieroso, confessa: “Certe volte invidio chi è rimasto fermo, chi aspetta ancora. Mi chiedo, chissà dove sarei finita. Invece di stare qui a lottare, lottare, lottare…”. Il dubbio di un momento. Si riprende, segue l’odore dei panettoni appena sfornati, capovolti altrimenti si sgonfiano. Li presenta con un sorriso contagioso: “Ecco i miei bimbi! Queste sono calorie che fanno bene”. (Quotidiano.net)

Tajani è arrivato a Perugia per partecipare al congresso provinciale di Forza Italia e a proposito dello scandalo sulla sanità ha detto: «Credo che in Umbria si debba andare a nuove elezioni. Quello che è accaduto è il passato, è roba dai momenti peggiori della Prima Repubblica.

Si è conclusa la stagione dello strapotere del Pd, che attraverso la macchina organizzativa della Regione, assumeva persone per controllare politicamente il territorio. Siamo garantisti anche con gli avversari politici – ha precisato – ma emerge un sistema clientelare di governo della regione».

Tajani ha quindi chiesto un «rinnovamento: vogliamo un governo di Forza Italia che deve fare l’ esatto contrario di quanto ha fatto il Pd. Quindi spazio alla meritocrazia, libertà e grande trasparenza».

«Non si fa nulla per la crescita e l’Italia continuando così finirà molto male. Gli italiani – ha sostenuto Tajani – pagheranno un prezzo altissimo per l’insipienza di un Governo dove due forze politiche continuano soltanto a litigare fra di loro. Se avessero seguito le nostre proposte – ha concluso – forse la situazione economica oggi sarebbe diversa».

https://www.cioccolateriavetustanursia.it/

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*