Terremotati al Lago, Alemanno, obiettivo tornare insieme a Norcia

Il sindaco di Norcia ha incontrato anche Burnello Cucinelli

Terremotati al Lago, Alemanno, obiettivo tornare insieme a Norcia

Terremotati al Lago, Alemanno, obiettivo tornare insieme a Norcia MAGIONE 16 novembre 2016 – “Sono qui per abbracciare i miei concittadini e per ringraziare i sindaci dei Comuni che, in questo momento, li hanno accolti”. Con queste parole il primo cittadino di Norcia, Nicola Alemanno, ha motivato la sua visita alle strutture alberghiere che stanno ospitando, a seguito del terremoto in Valnerina, le persone che hanno abbandonato le loro abitazioni. Alemanno, durante la giornata di visita, ha fatto sosta a Solomeo presso la sede dell’azienda Cucinelli dove ha incontrato i sindaci Cristian Betti di Corciano, Giacomo Chiodini di Magione e Ermanno Rossi di Passignano.

“Amministrazioni, associazioni, aziende e singoli cittadini – ha detto Alemanno – stanno facendo veramente tanto per aiutare quanti sono arrivati in questo territorio. In questo tragico evento, a tutti i livelli cominciando dalla Regione, abbiamo dato dimostrazione di una grande efficienza ma ora abbiamo bisogno di tornare tutti insieme a Norcia. Dobbiamo far rivivere la nostra città”. Il sindaco ha quindi spiegato le priorità di intervento.

Oltre alla realizzazione dei moduli abitativi ci sono i progetti per riaprire almeno le vie principali del centro storico per consentire la riapertura degli esercizi commerciali. Accanto alle soluzioni per rispondere al bisogno di abitazioni c’è anche la necessità di far ripartire l’attività industriale. Due le ipotesi previste. La creazione di zone industriali con moduli già pronti e aree in cui realizzare le opere di urbanizzazione lasciando ai singoli imprenditori la possibilità di costruire secondo le proprie esigenze.

A portare il saluto dell’azienda Brunello Cucinelli l’amministratore Riccardo Stefanelli. Sia la Fondazione che fa capo alla famiglia dell’industriale del cachemire che i dipendenti della stessa azienda si sono resi disponibili ad aiutare le popolazioni colpite dal sisma. Contribuzioni singole e donazione della cifra spesa per la festa di Natale dell’azienda sono alcune delle iniziative che i dipendenti hanno scelto per aiutare le persone in difficoltà; sostegno alla ricostruzione del monastero benedettino di Norcia crollato con il sisma è invece l’obiettivo principale della famiglia Cucinelli. “In questi progetti di solidarietà – ha fatto sapere Stefanelli – abbiamo vicine anche tante aziende che dall’estero si sono dette disponibili a dare il loro aiuto alla ricostruzione”.

All’incontro erano presenti anche Giuseppina Perla, assessore ai servizi sociali del comune di Norcia; Eugenio Rondini, vicesindaco comune di Passignano; Michele Baiocco, agronomo di Brunello Cucinelli; Francesco Rubeca, coordinatore comprensorio Trasimeno di Fratelli d’Italia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
16 − 4 =