Norcia, domenica 10 giugno l’inaugurazione della nuova sede Cgil 

Brunello Cucinelli porta a Norcia circa 500 collaboratori

Norcia, domenica 10 giugno l’inaugurazione della nuova sede Cgil Stare vicini alle popolazioni colpite dal sisma, offrire assistenza, supporto, spazi di confronto e partecipazione: dal primo momento dopo il terremoto del 2016 è stato questo l’obiettivo della Cgil che domenica 10 giugno effettuerà un passo importante in questa direzione con l’inaugurazione della nuova sede della Camera del Lavoro a Norcia, in zona Porta Ascolana.

Il programma della giornata prevede alle ore 10.00 un dibattito pubblico che, dopo il saluto del sindaco Nicola Alemanno, vedrà intervenire Filippo Ciavaglia, segretario generale della Cgil di Perugia, Maria Rita Paggio, segretaria generale dello Spi Cgil dell’Umbria, Vincenzo Sgalla, segretario generale della Cgil dell’Umbria, Ivan Pedretti, segretario generale dello Spi Cgil nazionale, Catiuscia Marini, presidente della Regione Umbria e Gianna Fracassi, segretaria nazionale Cgil.


Alle ore 11.30 è previsto il taglio del nastro con i saluti delle delegazioni di Auser, Cgil e Spi che arriveranno da diverse zone di Italia, a testimoniare la straordinaria solidarietà che si è attivata dopo il sisma. 


“Consideriamo l’apertura della sede di Norcia (e presto faremo lo stesso su Cascia) un momento molto importante per il nostro sindacato, ma, pensiamo, per tutta la cittadinanza – afferma Filippo Ciavaglia, segretario generale della Cgil di Perugia – la ricostruzione infatti non è solo un problema di edifici da ritirare su, ma è un percorso di ripartenza e rinascita collettiva, che ha bisogno di luoghi come le Camere del Lavoro, in cui la cittadinanza possa trovare assistenza per tutte le problematiche relative al lavoro, alla pensione e più in generale ai diritti di cittadinanza. Ma soprattutto – conclude Ciavaglia – noi vorremmo che questa sede diventi la casa di tutti coloro che sentono la necessità di impegnarsi, partecipare e dare il proprio contributo per far sì che Norcia e la Valnerina restino quel luogo vivo e meraviglioso che tutti conosciamo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*