Un Castello all’Orizzonte, sabato 11 agosto a Postignano

Un Castello all'Orizzonte, sabato 11 agosto a Postignano

Un Castello all’Orizzonte, sabato 11 agosto a Postignano. Nell’ambito della manifestazione culturale “Un Castello all’Orizzonte”, sabato 11 agosto 2018 a Castello di Postignano, Chiesa SS. Annunziata alle 18.30 si terrà un concerto con MICHELA MUSCO (voce), ALFREDINA DE VINCENZI (piano), ALESSANDRO MUSCO (sax). In programma, musiche di Bernstein, Offenbach, Mozart, Rossini, Lloyd Webber, Morricone e  Rota. L’ingresso è gratuito.

MICHELA MUSCO, soprano

Michela Musco ha studiato dapprima pianoforte, poi sassofono e canto jazz (Jazz University e Umbria Jazz Clinics /Berklee College of Music).

In duo con il fratello Alessandro Musco, sassofonista, ha partecipato a diverse trasmissioni televisive.

Arrivata a Parigi nel 1994, Michela seguì il cursus di canto lirico presso il Conservatorio di Suresnes e ottenne il diploma di Canto Lirico nel 2007, con il massimo dei voti e la lode.

Nel 2005 ottenne il 2° Prix d’Excellence in Arte lirica al Concorso Internazionale Léopold Bellan.

Tra i suoi spettacoli lirici, il ruolo di solista nella Fantasia in Do Maggiore L. Van Beethoven sotto la direzione del M° Bruno Garlej, il ruolo del soprano nell’opera minimalista The Door di Tom Johnson, sotto la direzione del compositore, e il ruolo della Regina della Notte nel Flauto Magico di W.A. Mozart, a cura di Christiane Issarteel.

Michela ha partecipato anche al “Monserrat Caballé” con la rock band Coverqueen, banda di onore ufficiale francese della regina.

Ha partecipato ad eventi come “Voci e Volti Nuovi Castrocaro”, “Aosta Jazz Festival”, “Festival En Découvrance”, “Grand Prix de la Chanson Française Yves Montand”, “Les Mans Cité Chansons”, “Musiqu’en fleur”, “Sacro Sono”, “Natale in Abbazia”, “Estate Spoletina”, “Vocalises” , etc.

ALFREDINA DE VINCENZI, piano

Alfredina De Vincenzi ha iniziato a studiare pianoforte all’età di sette anni, con l’insegnante Maria Boldini Splendore e poi ha proseguito gli studi con l’insegnante Maria Flaminia Spaventi, presso il Conservatorio ”F.Morlacchi” di Perugia, nel quale, nel 1991, ha conseguito il diploma di pianoforte. Ha svolto attività artistica in qualità di solista, in musica d’insieme, concerti per pianoforte a quattro mani, come pianoforte accompagnatore. Ha partecipato a corsi di interpretazione e seminari, con i maestri Luciano Cerroni, Franco Scala e Gyorgy Sandor. Svolge attività didattica presso la scuola primaria e ha partecipato in qualità di direttore di coro di voci bianche in ”La Boheme” di G.Puccini presso il Teatro Lirico Sperimentale “A.Belli“ di Spoleto.

ALESSANDRO MUSCO, sax

Alessandro Musco ha iniziato a suonare il sax contralto da autodidatta, all’età di 16 anni. Successivamente si è perfezionato con musicisti come Kenny Garrett, George Garzone, Gary Burton, Gianni Oddi, Maurizio Giammarco, Claudio Fasoli. Nel 1991 vinse ad Umbria Jazz una borsa di studio per il Berklee College of Music di Boston; nel 1992 il primo premio come solista al Gran Premio del Jazz di Aosta.

Esegue un’intensa attività musicale in ambito jazzistico con varie formazioni, e in ambito musica leggera-pop con la sorella Michela.

“Un Castello all’Orizzonte” è con il patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Perugia e del Comune di Sellano.

**********************************************

Castello di Postignano, in Umbria, frazione del Comune di Sellano (PG), fu abbandonato negli anni ’60 ed è tornato a vivere grazie ad una attenta opera di restauro durata molti anni, a cura degli Architetti Gennaro Matacena e Matteo Scaramella.

Il borgo è stato inaugurato nel giugno 2011.

HA RETTO PERFETTAMENTE E SENZA ALCUN DANNO ALLE SCOSSE DEL TERREMOTO CHE SONO AVVENUTE DA AGOSTO AD OTTOBRE 2016, GRAZIE ALLA QUALITÀ ANTISISMICA DEL RESTAURO.

E’ interamente vincolato dal Ministero dei Beni Culturali;

nel 2014, nell’ambito del Premio ‘La Fabbrica nel Paesaggio’, ha avuto l’attestato di merito dalle Federazioni italiane ed europee dei Club e Centri per l’UNESCO “come efficace interprete dei valori unescani per la salvaguardia e tutela del paesaggio e dell’ambiente ”;

nel 2016, è entrato a far parte de “I Borghi più belli d’Italia” attraverso Sellano, il suo Comune, di cui è una delle gemme più preziose;

il 6 novembre 2017, a Londra, presso il The May Fair Hotel, il Relais Castello di Postignano è stato premiato per la categoria “BEST SERVICED ACCOMMODATION” nell’ambito del prestigioso “Europe & Mediterranean Awards for Excellence 2018”, organizzato da Condé Nast Johansens.

“Castello di Postignano è l’archetipo dei borghi collinari italiani”, così è stato definito dall’architetto americano Norman F. Carver Jr, tanto da riprodurre le imponenti case-torri del borgo, aggettanti l’una sull’altra, nella copertina del suo libro fotografico “Italian Hilltowns” pubblicato nel 1979.

Il borgo offre un’esperienza di turismo e di vita sostenibili, fatti di sostanza e di emozioni: case perfettamente restaurate nel rispetto dell’impianto medievale delle architetture, ma caratterizzate da tutte le risorse di una vivibilità moderna – un relais villaggio albergo 4 stelle – un ristorante/trattoria dove, la cucina semplice, l’attenzione alle tradizioni e alla qualità delle materie prime sono la sua filosofia – una caffetteria con  terrazza panoramica – un wine bar “Vini e Oli dell’Umbria” – un centro servizi – l’antica Chiesa della SS. Annunziata, oggi luogo di eventi culturali, artistici e di intrattenimento; qui i restauri hanno svelato affreschi di antica bellezza, tra i quali una Crocifissione del XV secolo apparsa dietro una parete crollata – una biblioteca in collaborazione con l’Associazione INTRA Umbria dei libri salvati, dedicata a giardini, orti e parchi – alcune botteghe artigiane – un centro benessere, la piscina, l’area all’aperto “Il Giardino delle Rose”.

La principale originalità del borgo restaurato consiste nell’unire destinazione turistica e destinazione residenziale: oltre al Relais con le sue suite, comprende una trentina di case di residenza, alcune già vendute ed altre in vendita.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*