Estate a Ferentillo inizia nel segno di arte, musica, paesaggio e tradizioni

Estate a Ferentillo inizia nel segno di arte, musica, paesaggio e tradizioni

Estate a Ferentillo inizia nel segno di arte, musica, paesaggio e tradizioni. Sarà una giornata piena di eventi quella che si svolgerà domenica 24 giugno a Ferentillo nel giorno in cui si festeggia San Giovanni protettore del Castello di Matterella. La giornata, incentrata sull’antica tradizione “ritrovata” del mazzolino della Comparanza di San Giovanni, prenderà il via nel pomeriggio alle ore 16, con una conferenza tenuta dal famoso antropologo Mario Polia, che illustrerà tutte le antiche connessioni fra fiori, foglie e acqua di San Giovanni nel giorno del Solstizio d’estate.

La conferenza verrà inoltre accompagnata da canti tradizionali interpretati dal Gruppo ferentillese “I Cantori della Valnerina”. Subito dopo verrà celebrata la Santa Messa in onore del Santo, a cura di Don Rinaldo Cesarini, presso la chiesina romanica della Matterella dedicata al Battista.

LEGGI ANCHE: Mummie di Ferentillo, inizia la ricerca paleopatologica

Alle 18, dopo un lauto rinfresco, ci sarà la visita guidata del Castello di Matterella che si concluderà nel piazzale di fronte alla Rocca dove, alle 19, si terrà una bellissima “Fiaba Concerto al tramonto sul paesaggio della Valnerina” dal titolo “VIRGI E ILIO” scritta e interpretata da Stefano de Majo con musiche della Banda Musicale “Furio Miselli” diretta dal Maestro Luca Panico.

Durante tutto l’arco della giornata sarà inoltre visibile, presso le sponde del fosso del Castellone al Precetto, l’installazione dell’artista Marco Barbieri, in arte “DEM”, realizzata per il “Workshop di Autocostruzione” organizzato da “We Are Valnerina”, progetto finanziato da ANCI Umbria e Provincia di Terni. Tutti gli eventi della giornata sono organizzati dalla Proloco di Ferentillo, in collaborazione con Visit Ferentillo e Cooperativa “Helios”, patrocinati e finanziati dalla Regione Umbria e Comune di Ferentillo nell’ambito del Progetto “Valnerina per Tutti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*