Poggiodomo batte tutti, primo posto in due bandi della Regione Umbria

 
Chiama o scrivi in redazione


Poggiodomo batte tutti, primo posto in due bandi della Regione Umbria. Mancini (Lega) e Amori: “Due progetti che daranno nuova vita al paese”

Poggiodomo batte tutti, primo posto in due bandi della Regione Umbria

Poggiodomo, per la prima volta nella storia, si è aggiudicato il primo posto in due graduatorie di bandi indetti dalla Regione Umbria con due progetti che daranno nuova vita al paese.

Il plauso del consigliere regionale Valerio Mancini (Lega) al capogruppo di minoranza Marina Amori, che ha ideato e sviluppato i progetti vincitori “Si tratta di progetti che hanno dietro uno studio attento del territorio e delle sue potenzialità – commenta il consigliere regionale Valerio Mancini (Lega), presidente della Seconda commissione consiliare dell’Assemblea Legislativa dell’Umbria – se Poggiodomo ha conquistato il primo posto in entrambe le graduatorie, il merito va al capogruppo della minoranza Marina Amori, che ha ideato e sviluppato i progetti vincitori.

Il risultato ottenuto è testimonianza che quando l’opposizione è espressa da persone serie e competenti, che amano il territorio, riesce ad essere determinante per il futuro dei cittadini”, conclude Mancini. “Il primo progetto è un POSR (programma operativo sviluppo regionale) – spiega il consigliere comunale di Poggiodomo Marina Amori – è stato presentato a fine giugno 2020 ed è arrivato primo, a pari merito con altri sette, su 15 progetti, uno per ogni comune del cratere. Il secondo, presentato nel febbraio scorso, è arrivato primo su 27 progetti presentati in tutta l’Umbria.

LEGGI ANCHE – Campagna vaccinale in Valnerina, Emili: si inizierà da Poggiodomo

Si tratta di un progetto a sostegno di strategie di sviluppo locale di tipo non partecipativo – spiega Amori – il titolo che abbiamo scelto è SMART-I, acronimo di Sviluppo Montano Ambientale Rurale con il Turismo Intelligente. Abbiamo lavorato a un’offerta tecnica di qualità che ha consentito a Poggiodomo, il più piccolo tra i sei comuni che riceveranno finanziamenti, di ottenere 167.219 euro, pari a un valore pro capite di quasi 1800 euro.

Ci tengo a ringraziare tutti coloro che hanno contribuito – sottolinea Marina Amori – l’unico obiettivo che ci siamo posti è stato quello di dare vita a qualcosa di concreto che possa realmente apportare benefici a tutta la comunità.

Questi progetti non sono che l’inizio della rinascita di Poggiodomo – conclude – rimango a disposizione dell’amministrazione comunale e dei miei concittadini, convinta che con la collaborazione di tutti potremo fare grandi cose per il paese”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*