Solidarietà Alimentare, comune Norcia stanzia fondi in più, risorse subito spendibili

 
Chiama o scrivi in redazione


Solidarietà Alimentare, comune Norcia stanzia fondi in più, risorse subito spendibili

L’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Norcia, capofila della Zona Sociale 6, si è messo subito a lavoro per far fronte alle immediate esigenze, a seguito delle ormai consuete disposizioni del sabato sera questa volta sottoforma di Ordinanza del Capo Dipartimento di Protezione Civile, la n.658 del 29 marzo scorso, che prevede lo stanziamento di misure di solidarietà alimentare.

La Giunta, su proposta dell’Assessore Giuseppina Perla e dell’Ufficio Servizi Sociali, già nel pomeriggio di lunedì ha infatti approvato, la bozza di avviso per le attività economiche, il disciplinare che permetterà alle famiglie di accedere ai benefici previsti con i relativi allegati (avviso per i cittadini, modello buono acquisto e modello presentazione della domanda).

L’Assessorato ai servizi Sociali, alle somme messe a disposizione dallo Stato (€ 38.000,00), aggiungerà una somma pari a circa il 50% di quella stanziata, per un ammontare complessivo di circa €53.000,00 che, si stima, possano riuscire a soddisfare le esigenze di oltre 150 nuclei familiari.

“Insieme alla Giunta abbiamo deciso di incrementare la somma a disposizione per cercare di fronteggiare al meglio questa terribile emergenza e non lasciare indietro nessuno – ha detto l’Assessore ai servizi sociali, Giuseppina Perla –. Ci siamo dunque subito attivati insieme ai nostri uffici per fare in modo che queste risorse già dai primi di aprile possano essere disponibili e spendibili, attraverso dei buoni che faremo recapitare direttamente agli aventi diritto”.

L’Assessorato al Bilancio, sta predisponendo, ai sensi dell’art.lo 2 comma 3 dell’OCDPC 658, un apposito IBAN dove far convergere le donazioni di quanti vorranno aiutare il comune in questo difficile momento. Le risorse saranno impiegate esclusivamente per il sostegno alle famiglie. Su questo IBAN confluiranno anche le indennità e gettoni di presenza degli amministratori che hanno manifestato tale volontà.

I contributi saranno scaglionati in ragione della composizione del nucleo familiare fino ad un massimo di €400,00 a nucleo.

“Il senso dell’OCDPC è mettere a disposizione sin da subito queste risorse, cercando di utilizzare i Comuni per rispondere prima possibile ai bisogni dei cittadini – ha detto il Sindaco Nicola Alemanno -. Noi come sempre ci mettiamo a disposizione della nostra comunità e faremo di tutto, di tutto, perché ciò possa avvenire il più semplicemente e velocemente possibile. Dobbiamo però dire che, rispetto ai 400.000.000 Euro messi a disposizione dei comuni, questi sono largamente insufficienti per le esigenze di questo momento e che, per quanto riguarda l’anticipazione del Fondo di Solidarietà Comunale (FSC), non si tratta di nessuna anticipazione (infatti il Decreto prevede che i soldi ai comuni vengano inviati a maggio ed ottobre mentre lo scorso anno sono stati inviati ad Aprile e Novembre) e si tratta di fondi già stanziati e quindi “spesi” nel Bilancio Comunale per la parte corrente. E’ bene puntualizzare che queste misure annunciate con enfasi dal Presidente Conte sono purtroppo demagogiche e non vorremmo potessero generare chissà quali aspettative nei cittadini” ha concluso Alemanno.

Per info tecniche www.comune.norcia.pg.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*