Terremoto Umbria Marche, Assessore Bartolini, tre azioni importanti da fare FOTO VIDEO

L'Umbria si è già mobilitata, anzi non ha mai smesso di farlo

 
Chiama o scrivi in redazione


Fake news cittadini abbandonati dopo sisma, nessuno dovrà lasciare albergo
Catiuscia Marini

Terremoto Umbria Marche, Assessore Bartolini, tre azioni importanti da fare. La sequenza sismica in Italia centrale, iniziata con l’evento di magnitudo 6.0 del 24 agosto alle ore 03:36, è ancora in pieno svolgimento, e ieri, 26 ottobre, si sono verificate due forti scosse in un’area adiacente a quella attiva nelle ultime settimane, che si estende dalla zona di Visso (MC) verso nord di circa 10 km, fino al centro di Pieve Torina (MC).

L’Umbria si è già mobilitata, anzi non ha mai smesso di farlo. A due mesi e due giorni dal violenta sisma del 24 agosto ecco che uomini della protezione civile, forze dell’ordine e tanti volontari, soprattutto volontari, sono nuovamente in azione nei posti terremotati per portare assistenza alla popolazione colpita. Stamani primo briefing della presidente Marini, dell’Assessore Bartolini e tutto le staff di protezione civile a Foligno.


Umbria Journal TVIl Tg a portata di click

«La cosa più importante era sgombrare gli ospedali, è stato fatto questa notte con un serie di ambulanze. I pazienti, circa 12, sono stati portati negli ospedali di Foligno e Spoleto. Lo ha detto l’assessore della regione Umbria, Antonio Bartolini, oggi presente alla sede della Protezione Civile di Foligno. L’altra azione da fare adesso sono le scuole – ha aggiunto – molto probabilmente in Valnerina riusciamo ad accelerare l’installazione del modulo abitativo delle elementari. E’ grossa preoccupazione per i beni culturali, qualcosa lo abbiamo perso purtroppo con grande dispiacere, come la Chiesa di San Salvatore a Campi (Norcia), la parte frontale Chiesa della Madonna delle Grazie a Preci e il rosone dell’Abbazia di Sant’Eutizio. E poi – ha concluso Bartolini – bisogna gestire la paura che è ritornata».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*