I Monaci di Norcia, Padre Benedetto Nivakoff: “La furia della terra continua…”

Con i nostri continui ringraziamenti per il vostro generoso sostegno e per le molte mail e i messaggi di preoccupazione


Scrivi in redazione

I Monaci di Norcia, Padre Benedetto Nivakoff: “La furia della terra continua…”

Cari Amici,
Mentre scrivo una valanga provocata dai terremoti di questa settimana si è riversata con violenza sull’albergo di una vicina stazione sciistica causando molti morti e altre persone ancora intrappolate all’interno. La furia continua delle scosse della terra sotto di noi mi riporta a scrivere quello che ho già scritto diverse volte a partire dal 24 Agosto 2016, ogni volta con maggiore tristezza, ogni volta con maggiore consapevolezza della propria piccolezza: i monaci sono al sicuro, i nostri edifici hanno subito altri piccoli danni, ma soprattutto le nostre preghiere sono con quegli uomini e quelle donne che soffrono sotto le macerie, e con il personale di servizio che cerca di salvarli. Che Dio conceda loro la forza necessaria in questa dura prova.

Stavo portando i novizi in viaggio a Monte Cassino, 4 ore a sud di Norcia, quando la notizia del terremoto di magnitudo 5.5 ci ha raggiunto. Quella mattina avevamo celebrato la messa presso la tomba di san Benedetto, sull’antico sito già distrutto tre volte nel corso dei 1500 anni di storia. La grande chiesa monastica ricostruita da zero dopo la seconda guerra mondiale era vuota e silenziosa. Mentre pregavamo, abbiamo contemplato il mistero della Provvidenza di Dio, che permette una tragedia indicibile, affinché il bene possa essere il più amato e il più ricercato. Poche ore dopo, l’Italia Centrale, già sotto un’eccezionale coltre di un metro di neve, è stata messa di nuovo in ginocchio, ricordandoci che questo terremoto non ha ancora finito il suo corso e che noi dobbiamo ancora una volta essere pazienti. Alla Messa, presso l’Ufficio divino, e nelle devozioni personali di ogni monaco, la nostra preghiera è sia quella di accettare, fiat fiat, sia di intercessione per la misericordia, per la pax.

Con i nostri continui ringraziamenti per il vostro generoso sostegno e per le molte mail e i messaggi di preoccupazione,

Padre Benedetto Nivakoff, O.S.B.
Priore

Per ogni aggiornamento o informazione su come dare una mano, potete visitare https://it.nursia.org/terremoto/

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*