Bar temporanei in centro storico? Noi per Norcia contesta la delibera della giunta Alemanno

Norcia, Giampietro Angelini: «Rivitalizzare il centro storico...»

Bar temporanei in centro storico? Noi per Norcia contesta la delibera della giunta Alemanno

Bar temporanei nel centro storico? No, grazie. Il gruppo consiliare NOI per Norcia, con una interrogazione, contesta la delibera della giunta Alemanno con la quale sono previsti ‘allestimenti temporanei di attività di bar nel centro storico’.

Per i consiglieri Giampietro Angelini, Cristian Coccia, Antonio Duca e Pietro Iambrenghi è completamente sbagliata la politica portata avanti dalla passata e dall’attuale amministrazione comunale nella delocalizzazione delle attività colpite dal terremoto del 2016 e, per questa ragione, chiedono l’immediato ritiro della delibera che prefigura l’allestimento temporaneo di strutture messe a disposizione gratuitamente dall’amministrazione comunale per le attività di bar nel centro storico.  “Dopo il terremoto fu proprio l’amministrazione comunale a decidere, sbagliando, di delocalizzare le attività danneggiate al di fuori del centro storico con la conseguente realizzazione di strutture all’esterno delle mura cittadine. Dopo tre anni si sono accorti di aver fatto una scelta sbagliata ed ora pensano di spostare ancora quelle attività (anzi, soltanto i bar…), riportandole dentro, per ridare impulso ad una estate nursina non certo affollata di turisti e cittadini? E i soldi spesi per la prima delocalizzazione chi li rimborsa?”

“Perché – si chiedono Angelini, Coccia, Duca e Iambrenghi – la scelta è ricaduta esclusivamente sul settore dei bar che, tra l’altro, vede la presenza di ben 5 attività da Porta Romana a Porta Ascolana? Non si corre il rischio – sostengono – di assegnare a qualcuno, già delocalizzato e assistito dal sistema di Protezione Civile, un doppio beneficio, con conseguente grave disparità di trattamento con quelle attività che hanno continuato ad esercitare nel centro storico, nello stesso settore o in altri, sostenendo regolarmente a proprio carico tutti i costi di gestione?”

Nell’interrogazione il gruppo NOI per NORCIA invita l’amministrazione a valutare anche l’evidente contraddizione contenuta nell’atto deliberativo  dove, da un lato, si dice che lo svolgimento di tale attività è consentito nell’ambito delle manifestazioni dell’Estate Nursina e in deroga ai vincoli urbanistici ed edilizi imposti dal Regolamento edilizio comunale mentre, dall’altro, si dice che l’occupazione sarà temporanea sulla base di quanto stabilito dal regolamento comunale, quindi inferiore all’anno (tempo questo di gran lunga superiore al periodo temporale di svolgimento delle manifestazioni dell’Estate Nursina e che, quindi, non consentirebbe l’applicazione della deroga). Ed infine il rispetto delle le norme edilizie e soprattutto igienico-sanitarie e di sicurezza alimentare che la norma impone e per le quali non è possibile alcuna deroga nonché i costi pubblici da sostenere per impiantare e far funzionare la nuova (o le nuove, quante saranno?) struttura.                                                                                                  

Tra l’altro ad oggi non è stato ancora pubblicato il bando per la manifestazione d’interesse e, ammesso che vi siano operatori disponibili a partecipare al bando, non si capisce come sarà possibile utilizzare la struttura nel corso dell’Estate Nursina visto che restano pochissimi giorni per la conclusione delle manifestazioni”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*