Aperta a Norcia la 18esima assemblea Borghi più Belli d’Italia

 
Chiama o scrivi in redazione


Si è aperta a Norcia la XVIII assemblea dei Borghi più belli d’Italia, dal 6 all’ 8 aprile, che mai come quest’anno è molto partecipata, con oltre 130 amministratori locali. Quest’anno è stata scelta la città di San Benedetto soprattutto per mantenere alta l’attenzione verso le zone colpite dal sisma del 2016, e per portare turismo e visibilità, dando riprova di una terra che sta reagendo al sisma. A fare gli onori di casa il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno che sottolinea l’importanza dell’appuntamento e l’orgoglio di appartenere all’associazione dal 2002. “E’ una grande gioia avervi qui oggi in quella che sarà la vostra casa per due giorni – esordisce – questo è un sogno che insieme al Vice Sindaco Pietro Luigi Altavilla, finalmente trova compimento.

Certo, avremo voluto preparare la città in modo diverso, ve l’avremo voluta fatta trovare in splendida forma ma oggi, voi che siete qui, troverete comunque una Norcia che sta reagendo dopo un periodo lunghissimo e che vuole rialzarsi dopo gli eventi sismici. Ce la stiamo mettendo tutta – prosegue Alemanno – e questo momento sancisce avvenuta rinascita della nostra città.

Per la nostra gente vedervi qui è una chiara e tangibile testimonianza che ce la possiamo fare e si può tornare a vivere quella normalità largamente auspicata da tutti noi, una cosa tanto semplice quanto fondamentale. Ricostruiremo la nostra città più bella e sicura di prima – dice – mantenendo quell’unicità che caratterizza i borghi d’Italia, così come il nostro, depositari di una storia e di una identità che fanno grande il nostro Paese”.

Il convegno, originariamente previsto al centro polivalente Norcia 4.0, è stato ospitato nella struttura delocalizzata del ristorante Granaro del Monte. Sindaci e amministratori sono presenti a Norcia in fascia tricolore a rappresentare le realtà che rappresentano foriere di un turismo che richiama sempre di più la domanda del pubblico. “Stando ai dati che si prospettano da qui ai prossimi anni – prosegue Alemanno – abbiamo davanti a noi un’ autostrada di crescita turistica che non può che passare per i borghi.

Dobbiamo però raccogliere la sfida di creare quelle città che definisco ‘medi@evo’, radicate su precise identità che però dobbiamo saper presentare al mondo che ci guarda con grande interesse, aiutandoci con le nuove tecnologie”.

A seguire si è svolto il dibattito presieduto dal Presidente Nazionale dei Borghi, Fiorello Primi e diversi gli interventi di Sindaci e amministratori presenti che hanno anche avuto modo di visitare Norcia e il suo territorio. Al termine la foto di rito, tutti in fascia tricolore sotto al monumento di San Benedetto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*