Norcia, consiglio comunale approva Piani Attuativi frazioni

 
Chiama o scrivi in redazione


Norcia, consiglio comunale approva Piani Attuativi frazioni

Norcia, consiglio comunale approva Piani Attuativi frazioni

Il Consiglio Comunale adotta i piani attuativi attuativi della frazione di Nottoria, e dei nuclei di Ancarano Piè la Rocca, Ancarano Capo del Colle, Ancarano Sant’Angelo, Ancarano Piè del Colle e Campi Alto.

“Un Consiglio importantissimo perché per la prima volta nel cratere vengono approvate ben sei piani di Ricostruzione” ha detto il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno; ne era stato approvato solo uno nel cratere marchigiano che però riguardava lo spostamento di un intero nucleo.

“Tutti i Piani sono stati sottoposti a verifica di assoggettabilità a VAS (valutazione ambientale strategica) e questo percorso ha consentito di acquisire il contributo di tutti gli Enti sovraordinati, ciascuno dei quali ha offerto interessanti spunti di arricchimento riguardo la progettazione.

Si tratta di piani urbanistici e non progetti esecutivi – precisa Alemanno – che indicano le modalità attraverso le quali si dovrà procedere per la ricostruzione di questi borghi. Un’occasione storica unica che consente di risolvere tematiche legate agli aspetti geologici, alla sicurezza degli abitati, alla viabilità di accesso e alla qualità degli spazi pubblici”.

Ora bisognerà attendere la pubblicazione sul BUR e i 30 giorni per la presentazione delle eventuali osservazioni.

“I Piani, sin dalla prima definizione, sono stati ampiamente partecipati alle comunità di riferimento che hanno potuto offrire anche loro un contributo determinante alla soluzione dei tanti problemi posti – prosegue il primo cittadino -. Il percorso, particolarmente impegnativo e articolato, ha visto i professionisti impegnati in progetti complessi tutti fondati sull’identità storica dei luoghi, avendo particolare cura di coniugare identità e tradizione con l’innovazione. Una volta completati i lavori, questi borghi vedranno abbattuti i gap infrastrutturali attraverso nuove tecnologie e le criticità legate alla sicurezza di chi sceglierà di tornare ad abitarvi. Mentre la maggioranza continua a fare importanti passi avanti sulla strada della ricostruzione del nostro territorio – continua Alemanno – non possiamo non registrare e stigmatizzare il comportamento poco responsabile della minoranza che ha ritenuto, giustificandosi con futili e strumentali motivi, non partecipare ad un dibattito così importante dove tutti hanno potuto avere a disposizione ogni documento necessario per poter assumere le decisione finale” ha concluso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*