Cascia, Palio Santo Spirito, Aventida prima con l’Arco, ora il Galà equestre

Cascia, Palio Santo Spirito, Aventida prima con l'Arco, ora il Galà equestre

Cascia, Palio Santo Spirito, Aventida prima con l’Arco, ora il Galà equestre

Il maltempo e le forti piogge che venerdì 19 agosto hanno interessato la Valnerina hanno solo lambito la città di Cascia che ha così potuto mettere in scena la prima giornata del Palio di Santo Spirito 2022. Una seconda edizione di un evento nato nel 2019 e poi subito interrotto a causa della pandemia, ispirato a tradizioni risalenti addirittura al 1200, ed evoluzione dello storico Palio delle frazioni andato in scena per 15 anni nella città di santa Rita. A parteciparvi sono dieci frazioni del comune di Cascia, ciascuna abbinata per sorteggio a un arciere del Bosco sacro di Spoleto e a un professionista equestre che si confrontano con i loro nella Disfida con l’arco storico e nel Gran galà equestre: Avendita con l’arciere Francesco Chiacchierini e l’episodio equestre Cavalieri maremmani; Civita con Giorgio Bianconi e Karen Umberto; Collegiacone con Valentina Pietrarelli e David Vaquera; Colmotino con Eleonora Ginevri e Vannoni; Giappiedi con Daniele Silvestri e Luigi Altieri; Maltignano con Renzo Pietrangeli e Galuppi; Manigi con Luigi Silvestri e Minollini Centauro; Poggio Primocaso con Pietro Caporicci e Cutugno Libertà; Roccaporena con Franco Gullà e Poste; Serviglio con Catia Costanzi e Giovannini. Fuori gara gli arcieri Massimo Sartini ed Emanuela Farabollini. Dopo la cerimonia di abbinamento, che si è tenuta nella sala consiliare alla presenza della Giunta comunale, promotrice dell’evento insieme alla Proloco Cascia-Roccaporena, in piazza Aldo Moro i dieci arcieri hanno gareggiato tra di loro sancendo la prima parziale classifica del Palio di Santo Spirito. Sul podio sono saliti Avendita al primo posto, Colmotino al secondo e Roccaporena al terzo.

Sono quindi seguiti un suggestivo corteo storico per le vie della città, composto anche dagli Sbandieratori e musici della Città di Amelia, e una cena medievale allestita a causa del maltempo nelle strutture adiacenti lo stadio.

“Volevamo rievocare la storia antica di Cascia, e Cascia ha il titolo di città da quasi un millennio – ha ricordato il sindaco Mario De Carolis –, e allo stesso tempo radicarci sul territorio e coinvolgere le numerose frazioni che abbiamo sul territorio comunale. Da qui nasce il Palio di Santo Spirito. L’obiettivo, ovviamente, è anche quello di offrire spettacoli nuovi e dare modo a chi soggiorna nelle nostre strutture alberghiere di godere di eventi e intrattenimenti. Abbiamo avuto un bel riscontro nel mese di agosto e andiamo avanti in questo lavoro per dare lustro alla nostra comunità”.

Sabato 20 agosto è previsto lo spettacolare finale con il Gran galà equestre, in cui abili professionisti si esibiranno in emozionanti numeri a cavallo. Una giuria di esperti valuterà le esibizioni e assegnerà i punteggi che, sommati a quelli della Disfida con l’arco, sanciranno la frazione vincitrice del Palio di santo spirito 2022. Il vincitore sarà incoronato durante la cerimonia di assegnazione alle 23.30 al parcheggio di Porta Orientale.

Le emozioni a Cascia continueranno con la musica classica eseguita dalla Fidelio Ensemble, composta da Alessandro Golini (violino zigano), Sandro Paradisi (fisarmonica), Paolo Batistini (chitarra), Jury Pecci (percussioni) e dalla cantante jazz Maria Silvestri. In programma, lunedì 22 agosto nel viale del Santuario, il concerto con musiche di Trevor Jones, Nicola Piovani, Luis Bacalov ed Ennio Morricone. Il concerto, sostenuto dal Ministero della Cultura e dalla Regione Umbria fa parte del calendario del progetto Omaggio all’Umbria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*