A Vallo di Nera i corsi di yoga finanziano le opere d’arte

 
Chiama o scrivi in redazione


A Vallo di Nera i corsi di yoga finanziano le opere d’arte

Una brillante signora inglese di nome Jacqui, la quiete umbra di un paese della Valnerina e il gioco è fatto. Jacqui McAleer, dopo essersene innamorata da tempo, trascorre a Vallo di Nera diversi mesi dell’anno. Durante l’estate appena finita ha fatto di più: ha avviato nel borgo un partecipatissimo corso di yoga.

La sua passione per la millenaria disciplina ha contagiato tutti e così, due volte a alla settimana e per tre mesi, nel chiostro dell’ex convento francescano sotto la sua guida di attenta Maestra, e rispettando le norme sull’emergenza sanitaria, le partecipanti hanno ritrovato il benessere psico-fisico. Tra un esercizio e l’altro, però, hanno anche contribuito a valorizzare il patrimonio artistico di cui questo paese della Valnerina è particolarmente ricco.

Infatti, Jacqui al termine dei corsi ha consegnato e destinato i proventi delle lezioni al recupero delle opere d’arte sacra conservate nelle chiese del paese. Il sindaco di Vallo di Nera Agnese Benedetti e il parroco don Sebastian hanno ringraziato la signora McAleer per l’impegno sociale dimostrato a favore della Comunità e per la grande sensibilità.

Il loro ringraziamento è diretto anche ai turisti che, numerosi, continuano a visitare Vallo di Nera e che con le loro offerte lasciate durante le visite stanno dando una mano per programmare pian piano il restauro del patrimonio celato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*