Festa della Madonna Addolorata, tra conforto e speranza a Norcia

Sabato 25 settembre Mons. Boccardo apre la Porta Santa Straordinaria nella Tensostruttura del Pattinaggio

Festa della Madonna Addolorata, tra conforto e speranza a Norcia
Madonna Addolorata

Festa della Madonna Addolorata, tra conforto e speranza a Norcia da Paolo Millefiorini – In questi giorni a Norcia sono comparse le luminarie che come da tradizione per l’ultima domenica di settembre, annunciano la festa della Madonna Addolorata. La festa è particolarmente legata alla sismicità del territorio di Norcia. La storia racconta infatti che proprio dopo due devastanti terremoti intorno al 1730, ci fu un chiaro bisogno di riconciliare la popolazione scossa: le istituzioni pubbliche e religiose convinsero l’allora Vescovo di Spoleto Benedetti di inviare a Norcia un reverendo già noto per la sua fama di buon predicatore, Don Mattia Amadio e preparare i nursini al periodo dell’Avvento.

Il sacerdote riuscì ad attrarre ben presto molta gente, crescendo di anno in anno, con il suo modo di proporre gli ‘esercizi spirituali’. Don Mattia portò con se una bella immagine della Madonna Addolorata che la sera del 5 dicembre del 1735 sgorgò le prodigiose ‘lagrime’ dal cuore trafitto.

Oggi la Sacra Icona è rimasta nell’omonima Chiesa dell’Addolorata, chiusa al pubblico dopo il sisma del 24 agosto scorso; il Parroco di Norcia Don Marco Rufini ha provveduto a farne una copia, ‘molto semplice ma d’effetto’.

Quest’anno il programma religioso sarà corredato dall’apertura della Porta Santa straordinaria per i territori colpiti dal sisma, sabato 24 settembre alle ore 15,30, da parte di Mons. Renato Boccardo Arcivescovo di Spoleto – Norcia, nella tensostruttura parrocchiale allestita alla pista di pattinaggio; l’occasione sarà la celebrazione della messa giubilare per gli anziani e i malati, che sarà presieduta dallo stesso Arcivescovo.

Domenica 25 poi al termine della messa delle ore 17,00, animata dal Coro San Benedetto Città di Norcia, partirà la processione: l’immagine della Madonna Addolorata sarà portata in Viale Lombrici, sede della Casa di Riposo, per poi far ritorno alla tensostruttura.

La Comunità di Norcia si ritroverà così stretta intorno alla ‘sua’ Madonna Addolorata, ancora una volta dopo un evento sismico; ancora una volta ogni nursino cercherà nel suo profondo conforto, consolazione e speranza per poter ripartire.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
30 ⁄ 6 =