Corteo storico, mancato rinnovo degli organi e ‘Noi per Norcia’

 
Chiama o scrivi in redazione


Corteo storico, mancato rinnovo degli organi e ‘Noi per Norcia’

Corteo storico, mancato rinnovo degli organi e ‘Noi per Norcia’

Non si capisce la ragione per cui il Corteo storico di Norcia non possa rinnovare i propri organi ponendo così fine ad una gestione commissariale che non trova più una valida giustificazione.

Se lo chiedono i consiglieri del gruppo ‘Noi per Norcia’ – Giampietro Angelini, Cristian Coccia, Antonio Duca e Pietro Iambrenghi – attraverso una interrogazione consiliare che ripercorrendo le tappe di una vicenda iniziata nel febbraio 2000 – con la costituzione dell’Associazione ‘Corteo storico San Benedetto da Norcia’ – arriva al 2018 con la nomina da parte del sindaco Alemanno di Salvatori Roberto, il garante che avrebbe dovuto, tra l’altro, portare democraticamente al rinnovo degli organi dell’associazione.

A distanza di quasi due anni, invece, permane senza apparente motivo lo stato di commissariamento dell’Associazione ‘Corteo Storico San Benedetto da Norcia’ che è nata con lo scopo di riscoprire, valorizzare, promuovere e potenziare il corteo storico di Norcia fondato sulla antica tradizione dell’offerta civile e religiosa dei pallii in onore del Santo Patrono. Una cerimonia che da secoli ha luogo il 21 maro di ogni anno.

Lo Statuto dell’Associazione prevede che il Consiglio comunale di Norcia debba procedere ogni tre anni alla nomina di due ‘Consoli’ sulla base di una terna di nominativi presentata dai sei rioni della città (guaite) e di una terna presentata dalle frazioni. Invece, l’ultima nomina dei Consoli da parte del Consiglio Comunale, risale al 2014 ed è relativa al triennio 2014-2016.

«Abbiamo verificato – evidenziano i consiglieri comunali del gruppo ‘Noi per Norcia’ – che invece di procedere con il rinnovo degli organismi dell’Associazione il sindaco, nel febbraio 2018, ha preferito commissariare l’associazione nominando ‘commissario’ Roberto Salvatori con il seguente compito: “…che si faccia garante della gestione degli eventi inerenti le manifestazioni del Marzo Benedettino nelle more della definizione delle procedure elettorali per il rinnovo degli Organi dell’Associazione Corteo Storico San Benedetto da Norcia”».

Da allora sono passati quasi due anni e, contrariamente a quanto previsto dal decreto sindacale n. 9/2018, non si riscontra da parte del garante alcuna attività volta a consentire la nomina dei due Consoli da parte del Consiglio Comunale.

Per queste ragioni i consiglieri Angelini, Coccia, Duca e Iambrenghi chiedono di sapere quando finirà il commissariamento dell’Associazione ‘Corteo Storico San Benedetto e, in particolare, quali atti o fatti sono stati compiuti dal garante del Corteo storico per arrivare al rinnovo degli organi dell’Associazione.

Inoltre, si chiede di conoscere se, oltre all’organizzazione del ‘Marzo Benedettino 2018’ previsto dal decreto sindacale n. 9/2018, sono state poste in essere altre iniziative e quali contributi sono stati erogati all’Associazione negli ultimi cinque anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*