Angelini, Amministrazione Alemanno è partita col piede sbagliato

Angelini, Amministrazione Alemanno è partita col piede sbagliato

Angelini, Amministrazione Alemanno è partita col piede sbagliato


«L’Amministrazione Alemanno a Norcia, in pochissimi giorni di governo, sta inanellando tutta una serie di atti che sinceramente preoccupano quanti sono attenti al regolare andamento della cosa pubblica in questa città ed ovviamente preoccupano soprattutto i cittadini che scoprono di essere amministrati da una serie di dilettanti allo sbaraglio, incapaci di leggere e di applicare le norme esistenti e nelle cui mani certo la città non può essere lasciata». Sono le parole contenute in un comunicato fatto arrivare nelle redazioni da Giampietro Angelini, capogruppo di Noi per Norcia.


«Se questa notizia – continua  la nota – dell’invio errato delle richieste di pagamento di un’imposta non dovuta fosse vera (ed è vera…visto che numerose aziende ci hanno contattato per comunicarci questa notizia), sarà doveroso conoscere da chi è stata presa questa decisione. Dal Sindaco?  Dall’assessore al bilancio? Dal dirigente dell’Ufficio Tributi?  Di certo il responsabile della decisione dovrà di conseguenza rimborsare al Comune tutte le spese illegittimamente sostenute per inviare richieste non dovute.».


Angelini contesta


Prima l’inserimento all’ordine del giorno della prima seduta del consiglio comunale un punto riguardante le commissioni consiliari che non poteva essere fatto perché in contrasto con il regolamento dello stesso consiglio;


poi la convocazione di una riunione con Confartigianato e Consiglio senza che il Consiglio ne sapesse nulla;


ieri la notizia dell’invio a tutte le imprese interessate dell’imposta Comunale sulla pubblicità e dei diritti sulle pubbliche affissioni (Deliberazione Comunale n. 82 del 08-05-2019), senza considerare che questo tipo di tributi è stato sospeso per effetto dei provvedimenti post-sisma


(D.lgvo 32 del 18/04/2019 convertito in legge n. 55 del 14/06/2019 – Art. 25 – Compensazione ai comuni delle minori entrate a seguito di esenzione di imposte comunali – 1. All’articolo 1 della legge 30 dicembre 2018, n. 145 sono apportate le seguenti modificazioni: a) al comma 997, le parole da “L’imposta” fino a “dovuta” sono sostituite dalle seguenti: “L’imposta comunale sulla pubblicità e il canone per l’autorizzazione all’installazione dei mezzi pubblicitari, riferiti alle insegne di esercizio di attività commerciali e di produzione di beni o servizi, nonché la tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche e il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche non sono dovuti, a decorrere dal 1° gennaio 2019 fino al 31 dicembre 2020,”)

«Noi per Norcia – conclude Angelini nella sua nota – continuerà comunque a vigilare ed a segnalare sia ai cittadini che agli organi competenti la cattiva amministrazione della maggioranza che dovrebbe guidare la città ed affrontare con competenza ed attenzione tutte le questioni che giornalmente arrivano. Ma se il buongiorno si vede dal mattino».
(Noi per Norcia)

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*