Post terremoto, Norcia e frazioni nuovo look, arriva Fondazione eLand di Lugano

Post terremoto, Norcia e frazioni nuovo look, arriva Fondazione eLand di Lugano

Post terremoto, Norcia e frazioni nuovo look, arriva Fondazione eLand di Lugano. La città di Norcia e frazioni avranno un nuovo look urbano. Il progetto, presentato questa mattina nella sala conferenze della Galleria Nazionale dell’Umbria, porterà la firma della Fondazione eLand di Lugano. All’incontro con la stampa c’era anche il sindaco della Città di San Benedetto, Nicola Alemanno e dal presidente della stessa fondazione, l’architetto Matteo Ferroni.

Entro la fine dell’anno il progetto sarà pronto subito dopo sarà sottoposto a tutti i livelli istituzionali (Ente parco dei Monti Sibillini, Soprintendenza alle belle arti e al paesaggio dell’Umbria e Regione) così da arrivare all” attuazione del progetto attraverso un percorso condiviso”, ha detto Alemanno. “Sarà importante rendere partecipi anche i cittadini” ha quindi sostenuto Ferroni.

Il nuovo arredo – ha aggiunto – sarà di certo omogeneo e rispettoso del grande patrimonio artistico, culturale e paesaggistico presente nella città di San Benedetto e nel suo territorio”.

Al momento una linea guida di come si interverrà ancora non c” è. Ma “l” intento – ha detto ancora Ferroni – è quello di fornire servizi moderni che possano dare un grande respiro internazionale alla città che con il suo Santo è una delle città simbolo d” Europa”.

Il nuovo piano di arredo urbano interesserà, tra l” altro, anche le attività commerciali e in particolare bar e ristoranti che fanno dello spazio pubblico esterno un punto di forza. “Sarà uno strumento snello e permetterà di avere una città ordinata e funzionale”, ha sottolineato il sindaco. Presente alla conferenza stampa anche il direttore generale della eLand, Guido Busti.

Leggi anche – Commissione UE conferma impegno ricostruzione basilica Norcia VIDEO

“Da perugini quali siamo – ha aggiunto -, abbiamo voluto con questo progetto offrire al territorio un segno tangibile che possa costituire un ulteriore passo verso la completa rinascita di Norcia e delle sue frazioni”. L” elaborato che verrà redatto dalla Fondazione interesserà anche I borghi di Castelluccio, San Pellegrino, Ancarano, Nottoria e Campi di Norcia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*