Norcia apre negozio di souvenir in una piazza che il terremoto ha devastato

Questo significa amare la propria terra, questo significa non mollare mai

Norcia apre negozio di souvenir in una piazza che il terremoto ha devastato

NORCIA – I loro occhi all’improvviso sono stati oscurati, sono tristi, lucidi e pieni di lacrime, quasi pronti a scoppiare in un pianto dirotto, ma stringono i denti e coraggiosamente ripartono, più forti  di prima.

Apre negozio di souvenir in una piazza che il terremoto ha devastato. In un luogo simbolo, a due passi dalla chiesa di Santa Maria Argentea, a venti metri dalla statua di San Benedetto e dalla facciata che, coraggiosamente, è rimasta in piedi resistendo alla furia del sisma. La famiglia Coccia non si ferma, i Coccia – da Castelluccio – sono “gente” tosta, persone abituate a lottare per vivere, imprenditori coraggiosi. Luciano, con il figlio …. e Benedetta Scabissi (compagna del figlio) hanno deciso di aprire due iniziative commerciali.

Una è quella del negozio di souvenir e un’altra – sempre di ricordini – che è quella del magazzino. Prodotti, spiegano, che poi venderemo in tutta Italia. Chapeau davanti a tanta forza, giù il cappello davanti a tanto coraggio. Questo significa amare la propria terra, questo significa non mollare mai. Così come sono abituate le genti della Valle del fiume Nera.

Norcia, apre negozio di souvenir dopo il terremoto

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*