Forzano posto di blocco a Norcia, notte di inseguimenti

 
Chiama o scrivi in redazione


Forzano posto di blocco a Norcia, notte di inseguimenti
foto PIC

Forzano posto di blocco a Norcia, notte di inseguimenti
Erano le ore 2 della notte quando i Carabinieri della Tenenza di Norcia stavano effettuando un posto di controllo nella zona industriale di quel comune. Poche sono le autovetture in transito in quell’ora e in quella zona e ancor di meno quelle dei residenti che di solito, in quella fascia oraria di un normale giorno feriale, sono a casa a riposare.

Ad un tratto i militari vedono giungere dal bivio per Castelluccio una Ford Focus con a bordo 5 persone e insospettiti dall’insolito transito, intimano l’alt al mezzo.
© Protetto da Copyright DMCA

In un primo momento la macchina fa cenno di rallentare ma appena giunta in prossimità del personale operante, accelera repentinamente e forza il posto di controllo. Ne nasce quindi un rocambolesco e pericoloso inseguimento per la tortuosa strada che dalla zona industriale conduce a Cascia. Giunti quasi ad Avendita, i malviventi abbandonano l’auto e si danno alla fuga per la campagna.

Subito cominciano le ricerche in tutta l’area e nei campi limitrofi ma nel frattempo i fuggiaschi riescono a raggiungere una cascina isolata e recuperano una vettura parcheggiata nelle pertinenze con le chiavi inserite e inizia una nuova fuga con un secondo inseguimento.

Questa volta si dirigono verso l’ascolano e sentendosi braccati dai Carabinieri decidono di abbandonare il veicolo e proseguire la fuga a piedi nella fitta boscaglia, facendo perdere le proprie tracce. I successivi accertamenti consentono di appurare che la Ford Focus è stata rubata ad Ascoli e che la stessa è stata utilizzata poco prima per compiere un furto in quel territorio.

Al suo interno sono stati trovati arnesi da scasso, delle targhe, diverse banconote, un computer portatile, una maschera utilizzata per travisare il volto, insomma, il bottino di una giornata di scorribande.

I due veicoli oggetti di furto sono stati recuperati e consegnati ai legittimi proprietari così come la refurtiva per un valore di 1000,00 euro tra oggetti e contanti.

Sebbene non siano ancora stati assicurati alla giustizia, l’attività di prevenzione svolta, che rientra nell’ambito dei servizi di controllo del territorio disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Perugia, ha permesso di scongiurare il compimento di ulteriori furti nel territorio della Valnerina. Le indagini e le ricerche sono tuttora in corso e verranno analizzate anche le immagini di tutte le videocamere del territorio al fine di dare un volto ai ladri.

Forzano posto di blocco

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*