Norcia, tre mesi di scuola in moduli riadattati, da dicembre le nuove strutture

Norcia, tre mesi di scuola in moduli riadattati, da dicembre le nuove strutture

Norcia, tre mesi di scuola in moduli riadattati, da dicembre le nuove strutture

Anche gli alunni delle scuole di Norcia cominceranno le lezioni scolastiche come da calendario regionale il giorno 11 settembre. Gli alunni delle scuole superiori lo faranno ancora per tre mesi in moduli collettivi in attesa della nuova sede.

A dire questo è la dirigente dell’istituto comprensivo di Norcia, Rossella Tonti, a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico 2019-2020. I ragazzi, al momento, andranno a fare lezione per i primi tre mesi nei moduli collettivi riadattati.

«In attesa del completamento delle nuove strutture temporanee abbiamo trovato questa soluzione che permette di svolgere l’attività scolastica nell’orario antimeridiano e quindi senza ricorrere ai doppi turni e senza impattare sugli altri istituti scolastici».

Da dicembre i nuovi moduli, sempre provvisori a lunga durata, saranno pronti dicembre – ha spiegato Tonti – e a quel punto sarà fatto il cambio. «Abbiamo fatto il possibile per rendere il tutto più accogliente – ha detto la dirigente -. Li abbiamo allestiti appositamente». Mentre per la costruzione del nuovo plesso siamo ancora in alto mare.

Tempo fa la Tonti scrisse al presidente Mattarella, per il ritardo nell’assegnazione dei fondi per i moduli che, appunto, stanno aspettando e a causa di questo sono stati costretti a riadattarsi. Nella lettera la dirigente parlò della scadenza del noleggio dei prefabbricati utilizzati come sede provvisoria, visto che per quella definitiva ci vorranno anni. Grazie a questa lettera, la situazione si è sboccata e, come detto, i moduli dovrebbero essere pronti a fine anno.


Di seguito la lettera integrale inviata il 30 aprile scorso

Gentilissimo Presidente Mattarella,

sono Rosella Tonti, la dirigente scolastica di Norcia che lei ha voluto generosamente onorare nominandola, nella cerimonia al Quirinale del 5 marzo 2019, Ufficiale al merito della Repubblica italiana per le tristi vicende legate al sisma del 2016. Non ci sono parole per esprimere i sentimenti di gratitudine e di riconoscenza verso di Lei che ancora una volta ha voluto così generosamente rivolgere l’attenzione, attraverso questo riconoscimento, verso una terra come la nostra ancora in grande difficoltà. Conoscendo e apprezzando questa Sua sensibilità mi rivolgo ancora a Lei nel mio ruolo di dirigente scolastico per sottoporre alla Sua attenzione una situazione veramente incresciosa per i nostri ragazzi. Infatti il 31 maggio prossimo scadrà il noleggio dei prefabbricati utilizzati come sede provvisoria dei nostri corsi di scuola superiore e a tutt’oggi non abbiamo avuto risposta da parte del Miur e del commissario straordinario circa il finanziamento per poter procedere alla predisposizione di una nuova sede scolastica provvisoria in considerazione che per quella definitiva ci vorranno anni. I nostri ragazzi dovranno sostenere l’esame di Stato presso le sedi provvisorie delle altre scuole (infanzia, primaria e secondaria di primo grado) con ripercussione emotivi e disagi logistici che Lei potrà ben immaginare in aggiunta a tutto ciò che hanno passato. Mi permetto comunque per maggiore chiarezza di allegare alla presente la documentazione relativa a tutta la vicenda, chiedendole ancora una volta il Suo prezioso e inestimabile interessamento. 

Rosella Tonti

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*