Cascia, in 15mila alla XVII Mostra-mercato dello Zafferano purissimo

Presente alla Mostra per il saluto di chiusura l’onorevole Gianpiero Bocci

 
Chiama o scrivi in redazione


Cascia, in 15mila alla XVII Mostra-mercato dello Zafferano purissimo

CASCIA – Quindicimila presenze nei cinque giorni della manifestazione: è il lusinghiero bilancio della XVII mostra-mercato dello zafferano purissimo di Cascia. Lo comunica con soddisfazione l’amministrazione comunale della città di Santa Rita letteralmente presa d’assalto, complice un clima primaverile da pellegrini in visita al santuario di Santa Rita, volontari tornati in città per l’occasione e tanti turisti. Ottimi affari anche per gli espositori che con oltre cento stand hanno proposto le eccellenze tipiche della Valnerina e di altre regioni italiane.

Regina sovrana della festa la Spezia dello Zafferano protagonista di tanti piatti cucinata nei vari Schow Cooking con chef di grande rilievo come l’Oste Giorgione e dell’ Università dei Sapori di Perugia.

Una Spezia che si è sposata alla perfezione con il cioccolato di Norma ,lo yogurt della Grifo Latte e il gelato dei Maestri Gelatieri dell’ Ateneo del gelato italiano. Un trionfo di sapori odori e colori per tutti i palati.

Diverse le iniziative organizzate nei cinque giorni dai laboratori didattici dalla cerca con i cani da tartufo, alla mostra dei disegni dei bambini delle scuole alle rappresentazioni teatrali,ai convegni spettacoli musicali e culturali. Una mostra alla quale ha fatto da cornice la solidarietà, con una massiccia presenza dei volontari che durante il sisma hanno operato sul territorio e che per l occasione sono tornati per stringersi in un abbraccio d affetto con tutta Cascia e le sue frazioni.

Una significativa presenza delle tante aziende che hanno offerto i loro prodotti alimentari uniti alla Spezia del fiore viola…come  il pesce Panato allo Zafferano del Comune di Porto Sant’Elpidio.

Una mostra mercato che rimarrà nella storia perché segna il rilancio di una città colpita duramente dal terremoto e che ora vuole guardare al futuro nonostante le tante difficoltà ancora da affrontare, e proprio sul tema del terremoto è stata organizzata nei giorni della kermesse l’iniziativa “IO NON RISCHIO” dalla Protezione civile in collaborazione con la Regione per imparare a gestire le diverse calamità naturali.

Presente alla Mostra per il saluto di chiusura l’onorevole Gianpiero Bocci.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*