Castelluccio di Norcia: un nuovo piano di mobilità per la fioritura 2024

Misure sostenibili per gestire il flusso turistico e proteggere l'ecosistema durante l'evento floreale annuale

Castelluccio di Norcia: un nuovo piano di mobilità per la fioritura 2024

L’inizio della stagione della fioritura a Castelluccio di Norcia, che si verifica ogni anno dalla seconda metà di giugno alla prima metà di luglio, ha portato alla definizione di un nuovo piano di mobilità sostenibile per il 2024. La necessità di proteggere l’ecosistema delicato di Castelluccio dall’afflusso massiccio di turisti motorizzati, senza compromettere le opportunità economiche locali, ha portato le autorità a prendere provvedimenti mirati.

Negli ultimi anni, dal 2021 al 2023, sono state adottate diverse misure per gestire l’afflusso turistico durante la fioritura. In particolare, la sentenza della Corte di Appello di Roma del marzo 2021, che ha vietato la creazione di parcheggi temporanei sul Pian Grande di Castelluccio, ha spinto a implementare soluzioni alternative. Nei fine settimana centrali della fioritura, è stato limitato l’accesso a auto e camper, consentendo il transito solo a mezzi a due ruote, autobus turistici e veicoli autorizzati, con parcheggi di prossimità e servizi di navette per raggiungere Castelluccio.

Quest’anno, il piano di mobilità sostenibile per la fioritura 2024, elaborato con la collaborazione tra l’Ente Parco e i Comuni di Arquata del Tronto, Castelsantangelo sul Nera e Norcia, seguirà un modello simile a quello del 2023. Durante le quattro domeniche della fioritura (16, 23 e 30 giugno, 7 luglio), sarà vietato l’accesso a auto e camper, con l’obbligo di parcheggiare nei parcheggi di prossimità e utilizzare le navette per raggiungere Castelluccio. Sarà consentito il libero accesso solo a mezzi a due ruote, residenti, esercenti e persone con autorizzazione specifica.

Gli autobus turistici potranno portare i passeggeri fino a Castelluccio, dove potranno farli scendere in prossimità del “Deltaplano” o della “Piazzetta” e poi dovranno spostarsi nei parcheggi di prossimità per attendere l’orario di ritorno dei turisti. Inoltre, sarà permesso il transito di necessità per chi deve spostarsi tra le tre porte di ingresso (Arquata del Tronto, Castelsantangelo sul Nera e Norcia), ma con divieto assoluto di sosta e fermata.

Nei sabati della fioritura, il 15 giugno sarà consentito il libero transito a tutti i veicoli, con divieto di sosta sui prati e disponibilità di parcheggi di prossimità e navette. I sabati successivi (22, 29 giugno e 6 luglio) saranno gestiti in base alle condizioni del traffico registrate nel sabato precedente, con la possibilità di adottare le stesse misure restrittive delle domeniche in caso di criticità.

Il piano di mobilità prevede inoltre la possibilità di prenotare i parcheggi di prossimità e le navette attraverso i siti web dedicati (marcheroma.contram.it per le porte di Castelsantangelo sul Nera e Norcia, startspa.it per la porta di Arquata del Tronto). Sarà possibile anche acquistare i biglietti last minute, fino a esaurimento dei posti disponibili.

Questo piano mira a bilanciare l’afflusso turistico con la protezione dell’ambiente, garantendo al contempo una fruizione sostenibile della straordinaria fioritura di Castelluccio di Norcia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*