Vallo di Nera, “Fior di cacio”, boom di presenze nonostante il maltempo

“Migliaia di persone hanno sfidato il maltempo per partecipare alla tredicesima edizione di “Fior di cacio”, a ciascuno di loro va il mio sincero ringraziamento”. Queste le parole del sindaco di Vallo di Nera Agnese Bendetti in chiusura della due giorni dedicata ai prodotti caseari della Valnerina e del Centro Italia. Nonostante il tempo inclemente la RICOTTA GUINESS è stata l’attrazione di questa edizione, con tantissimi visitatori pronti ad assaggiare il gusto piatto.

La maxi ricotta è stata adagiata nella cesta di vimini intrecciata da Genesio Rosati, trasportata a bordo di un’Ape, scortata e servita dai ‘Cavalieri della Tavola apparecchiata’ avvolti nella bandiera tricolore. A vincere il Concorso Caseario “Premio Fior di Cacio” 2015, organizzato dal Comune di Vallo di Nera e l’ONAF (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggi, delegazione Assisi – Perugia), è stata l’azienda Agricola Rossi di Colforcella di Cascia con il formaggio PIRAMIDE DI CAPRA. Il premio della giuria popolare, assegnato durante l’ultimo educational dei Matrimoni del Formaggi al formaggio, è stato consegnato al Caseificio Broccatelli di Assisi con il suo PECORINO SUBASIO.

Il concorso è stato ideato con lo scopo di valorizzare i migliori formaggi del Centro Italia e di stimolare le aziende casearie a produrre formaggi di qualità che possono al tempo stesso conseguire l’apprezzamento dei consumatori. A seguire sono stati consegnati i premi: Vaccini freschi all’Az. Agricola “Valle Santa” (Rieti) con il formaggio Caciotta Valle Santa, Vaccini semistagionati all’Az Agricola “Valle Santa” (Rieti) con il formaggio Caciotta Valle Santa, Ovini freschi Caseificio a Broccatelli (PG) con il formaggio “Il funghetto”, Ovini semistagionati all’Az. Agricola “Solana” con il formaggio “Solazzano”, Ovini Stagionati Caseificio Broccatelli (PG) con il formaggio “Pecorino Subasio”, Caprini all’Az. Agricola Rossi Rita (PG) con il formaggio “Piramide di capra”, Spezziati/affinati all’Az. Agricola Calcabrina (PG) con il formaggio “Tronchetto con crusca”. La premiazione ha avuto come madrina Elena Angela Peta della Rete rurale nazionale, membro del comitato per la ‘Strategia delle Aree interne’ che ricomprende anche la Valnerina. La giuria di questa prima edizione del concorso era composta dal Maestro assaggiatore Claudio Spallaccia Responsabile di Giuria, Simone Scavizzi e Marco Servili Maestri assaggiatori, Sergio Consigli Presidente di Slow Food Umbria e Federico Fioravanti Giornalista enogastronomico.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*