Sindaci Comuni montani del Cratere dei sisma con commissario Legnini

 
Chiama o scrivi in redazione


Sindaci Comuni montani Cratere sisma incontrano commissario Legnini

Sindaci Comuni montani Cratere sisma incontrano commissario Legnini

I Sindaci dei Comuni montani di Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo hanno incontrato il Commissario per la ricostruzione post-terremoto, Giovanni Legnini. Il meeting si è svolto su piattaforma digitale ed è stato promosso dal Presidente Uncem Abruzzo, Antonio Innaurato, con i Presidenti di Uncem Lazio, Achille Bellucci, Umbria Agnese Benedetti, Marche Michele Maiani e con il Presidente nazionale Marco Bussone. Per il cratere umbro, oltre al sindaco di Vallo di Nera, erano in collegamento il sindaco di Norcia Nicola Alemanno e il sindaco di Monteleone di Spoleto Marisa Angelini.

© Protetto da Copyright DMCA

Legnini ha inquadrato il lavoro fatto nell’ultimo mese, dopo la sua nomina, per aumentare i pagamenti a imprese, lavoratori e professionisti.

Ha anticipato una nuova, prossima, ordinanza che consentirà una forte responsabilizzazione di tecnici e proprietari privati per la ricostruzione, con un controllo degli Uffici speciali e dei Comuni rispetto alla tempestività della spesa.

Legnini ha tratteggiato anche i collegamenti tra la ricostruzione che il Paese sta attuando nell’area del “cratere” e quella che dovrà avviare nella fase 2 del post-emergenza sanitaria. Giovanni Legnini – che è stato sindaco di Roccamontepiano (CHI) e da parlamentare e sottosegretario ha sostenuto la Legge sui piccoli Comuni e la Strategia nazionale Aree interne – ha insistito sulla necessità di accelerare i pagamenti e di avere regole certe e chiare, con certezza sui tempi, per la ricostruzione privata.

Legnini nel suo intervento ha puntato su una necessaria e urgente revisione e semplificazione nazionale delle norme sui lavori pubblici, che bloccano e ingessano ogni processo, in particolare la ricostruzione post emergenza sisma.
Con i numerosi sindaci collegati in video conferenza,Legnini si è soffermato sui temi legati allo sviluppo socio-economico dei territori, a come ricostruire e dove e a cosa vuole essere l’Appennino verso il 2030. Perché anche l’emergenza sanitaria evidenzia la necessità di un grande progetto nazionale di rinascita dei territori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*