Norcia, vicenda Sensi: il PD chiede le dimissioni del Sindaco Alemanno

Tari, Pd Norcia chiede dimissioni assessore Brandimarte

NORCIA – Per quanto concerne la vicenda che ha interessato nei giorni scorsi il vice-sindaco di Norcia Cristina Sensi, e che ha portato alle sue dimissioni sia dalla carica di vice-sindaco sia da assessore e successivamente anche da consigliere comunale, il direttivo del Partito Democratico ritiene che vi siano gravissime responsabilità politiche e amministrative di alcuni membri della Giunta e, in particolar modo del Sindaco Alemanno. Esponiamo di seguito le nostre motivazioni. Il Sindaco, nei suoi comunicati stampa, sostiene che solo successivamente alle elezioni, avvenute nel giugno del 2014, sono emersi elementi di incompatibilità del consigliere Cristina Sensi.
Signor Sindaco Alemanno, come è stato riscontrato, gli elementi di incompatibilità della signora Sensi Cristina erano già presenti prima delle elezioni, e non sono sopraggiunti in un secondo momento; pertanto Lei era tenuto ad esserne a conoscenza, invece questo fatto è stato nascosto alla città e a tutti i suoi elettori.
Non inganni la comunità, non abbindoli né raggiri i suoi elettori, non imbrogli la cittadinanza intera e tanto meno non si faccia beffa delle persone. Nessuno riesce a credere che Lei è venuto a conoscenza di questa situazione solo dopo aver ricevuto un esposto anonimo, è alquanto improbabile, se non addirittura impossibile. Neanche i suoi elettori riescono a credere a questa versione che lede ancor di più il suo grado di attendibilità.

Signor Sindaco Alemanno, le vengono richieste le dimissioni perché Lei controlla e supervisiona tutti gli atti e la corrispondenza che il Comune ogni giorno riceve e/o spedisce, pertanto le sarà capitato sicuramente di visionare la corrispondenza verso il vice-sindaco Sensi in cui erano evidenti, chiari, palesi e lampanti gli elementi che avrebbero determinato l’incompatibilità del vice-sindaco.

Ad esempio, quando si ritarda di molto il pagamento delle rette scolastiche, immediatamente il dirigente responsabile ne sollecita il pagamento per iscritto. Le vengono richieste le dimissioni perché quanto accaduto comporterà che tutti gli atti, che la signora Sensi in qualità di vice sindaco ha prodotto, potranno ritenersi nulli e privi di efficacia, perché votati e approvati da un amministratore pubblico incompatibile, con conseguenze gravi per le persone che potrebbero esserne interessate. Ancor più grave è che Lei, signor Sindaco, ha utilizzato una lettera anonima per risolvere un grave problema di contrasto politico che aveva con il vice-sindaco Sensi, con conseguente pesante danno per l’immagine della città. In tale occasione il suo decisionismo appare molto sospetto. La decisione di far dimettere, sia da assessore che da consigliere, il vice-sindaco Sensi in meno di 24 ore è, a nostro avviso, dettato dalla paura di rimanere coinvolto in questa vicenda con conseguente responsabilità amministrativa e politica.
Ma il tempo, come si dice, sarà galantuomo; tanto che Lei dovrà spiegare come è possibile che in una sola notte venga messa alla porta la persona con cui Lei fa politica da ben 20 anni; forse Le dava fastidio il consenso elettorale che la signora Sensi aveva riportato alle elezioni? È dunque chiaro che la crisi politico-morale che ha investito questa maggioranza è molto profonda. Quello che chiaramente emerge è che ormai si vive alla giornata, non si sa oggi quello che si deve fare domani, con conseguenze dannose per tutte le persone e le imprese che in questa città e in questo territorio operano. Per le motivazioni sopra esposte, caro Sindaco, il Partito Democratico di Norcia ritiene che le sue dimissioni siano un atto dovuto. La cittadinanza, a cui ci rivolgiamo, è chiamata a riflettere in merito.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*