Norcia, altre 46 casette, le prime Sae nelle frazioni dopo sisma

Giornata di consegna SAE, Soluzioni abitative d’emergenza oggi nelle frazioni di Norcia

 
Chiama o scrivi in redazione


Giornata di consegna SAE, Soluzioni abitative d’emergenza oggi nelle frazioni di Norcia

Norcia, altre 46 casette, le prime Sae nelle frazioni dopo sisma

da Paolo Millefiorini
NORCIA – Giornata di consegna SAE, Soluzioni abitative d’emergenza oggi nelle frazioni di Norcia. Ad Agriano ne sono consegnate 4, a Campi 18 e ad Ancarano 24. A consegnare le chiavi agli assegnatari il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, il Vice Sindaco Pietro Luigi Altavilla insieme al Vice Presidente della Giunta Regionale, Fabio Paparelli. “Oggi è una bella giornata, in cui non si chiude un periodo ma si apre una stagione nuova in cui si può pensare a ricostruire, quindi a rientrare nelle vostre case – dice il Sindaco Alemanno – mettendoci alle spalle l’anno più brutto della nostra vita.

Sono le prime casette ad essere consegnate nelle frazioni dopo il sisma del 30 ottobre: c’è voluto del tempo ma è bene ricordare che questo è un altro tipo di intervento rispetto al precedente parametro che avevamo nel 1979 e nel 1997.

Abbiamo fatto del nostro meglio – conclude – insieme alla Regione e alla Protezione Civile nazionale che ringraziamo per averci fatto avere delle soluzioni abitative che speriamo non rappresentino la nostra casa per troppi anni”. Alemanno infine ha esortato a presentare i progetti per poter iniziare la ristrutturazione leggera, B, ma anche la pesante, quella classificata con la lettera E.  “I fondi e le procedure per la ricostruzione sono attivi – sottolinea Paparelli – e questa volta abbiamo lasciato in mano ai cittadini l’iter della ricostruzione.

Quante ne servivano?
Il fabbisogno era di 581 casette, ne sono state consegnate 236. Ne restano 345

I tempi per la consegna delle casette si sono allungati, per la burocrazia e per altri fattori imprevedibili e vi ringraziamo per la vostra pazienza. Da parte nostra, manteniamo l’obiettivo di consegnare tutte queste case temporanee entro Natale e faremo in modo che queste siano sfruttate al meglio anche all’indomani del rientro nelle vostre case”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*