Carabinieri Sellano arrestano studente romano per droga

 
Chiama o scrivi in redazione


Morto il 33enne di Norcia dopo pugno in faccia, arrestato aggressore

Nel pomeriggio di mercoledì 11 febbraio 2015, i Carabinieri della Stazione di Sellano hanno arrestato uno studente universitario romano per detenzione di sostanze stupefacenti.

L’operazione di polizia rientra nell’intensificazione dei controlli disposta dal Comando Compagnia di Foligno per contrastare i reati predatori ma anche il traffico di stupefacenti sul territorio folignate.

L’altro ieri erano quasi le 17:30 quando una pattuglia di militari della Stazione Carabinieri di Sellano impegnata nei controlli del territorio nel comune di Foligno sulla strada statale n. 77 “Valdichienti”, notava un’autovettura che circolava con un faro non funzionante. I militari procedono immediatamente ad intimare l’alt al conducente del veicolo, anche per avvisarlo che sta creando un pericolo alla circolazione stradale per se e per gli altri conducenti. All’atto del controllo però i Carabinieri notano subito che c’è qualcosa di strano nel comportamento dei due ragazzi del veicolo, si tratta di studenti universitari che da Roma si recano a Camerino.

È proprio il conducente dell’auto a mostrare un particolare stato di tensione che viene subito percepito dai militari, i quali intuiscono che forse nell’auto c’è qualcosa di anomalo per cui decidono di perquisire sia l’autovettura che i due ragazzi in modo da fugare ogni dubbio con un controllo più approfondito. In effetti nel corso della perquisizione i sospetti dei militari diventano fondati poiché viene rinvenuto un sacchetto di cellophane con all’interno della sostanza stupefacente del tipo Marijuana del peso di grammi 100, occultato sotto un sedile passeggero dell’autovettura.

Un discreto quantitativo che permette di dichiarare in arresto il 23enne romano che subito si assume la paternità della droga e che gli fa trascorrere una notte nelle camere di sicurezza della Compagnia di Foligno. L’indomani il giovane è accompagnato davanti al Tribunale di Spoleto per la convalida dell’arresto, su disposizione del PM della Procura della Repubblica di Spoleto. Al termine della convalida il giudice ha disposto la liberazione del ragazzo in attesa del giudizio che si terrà nel mese di ottobre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*