Protezione civile, recuperata escursionista smarrita nella serata di lunedì

A seguito di una richiesta di soccorso pervenuta alle ore 17.25 al numero di emergenza ambientale 1515 della Forestale, nel pomeriggio di ieri 30 marzo personale del Comando Stazione di Norcia del Corpo forestale dello Stato, in servizio nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, ha iniziato le ricerche di una escursionista reatina di 41 anni di età in difficoltà a causa della neve alta (circa un metro e mezzo ) in località Ancarano del comune di Norcia.
La posizione della donna, che percorreva il sentiero ancora innevato che da Monte Patino porta alla Forca di Ancarano, è stata individuata con l’ausilio di un binocolo dalla pattuglia della Forestale che è intervenuta in soccorso, a notevole distanza e grazie al giubbino di colore rosso che indossava. Una volta contattata al telefono cellulare è stata raggiunta e, stremata ed impaurita, è stata condotta al riparo in un area sicura, insieme ai suoi tre cani .
Sul posto attraverso la sala operativa della Forestale di Perugia è stato inviato un elicottero del CFS partito dalla base di Rieti. L’operazione di recupero è stata particolarmente difficoltosa vista l’area impervia e coperta di neve che non permetteva un atterraggio sicuro tant’è che l’elicottero ha dovuto appoggiare sul terreno con un solo pattino per consentire la salita della ragazza sul mezzo e trarla in salvo. E’ stata trasportata a Norcia ed affidata alle cure dei sanitari.
Il recupero è avvenuto alle ore 19,40 circa, appena in tempo per evitare che le ricerche si protraessero fino al sopraggiungere del buio, con evidenti ulteriori pericoli per la persona dispersa ed il personale intervenuto a soccorrerla.
Alle operazioni di recupero hanno partecipato anche personale dei Vigili del fuoco e del Soccorso Alpino e Speleologico.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*