Mandato dei consiglieri comunali, Angelini, denunceremo il tutto a Procura e Corte dei Conti

Palatennis di Norcia chiuso da tre anni senza motivo, è perfettamente agibile

Mandato dei consiglieri comunali, Angelini, denunceremo il tutto a Procura e Corte dei Conti

“Se Amministrazione e dirigenti del Comune di Norcia continueranno a negare informazioni e gli atti necessari per lo svolgimento del mandato dei consiglieri comunali e continueranno a persistere in questo atteggiamento di ostacolo verso la trasparenza del governo cittadino, non esiteremo ad interessare della questione tutti gli organi preposti e cioè Procura della Repubblica, Corte dei Conti, Autorità anticorruzione, ecc”. E’ quanto afferma in una lettera, indirizzata al Sindaco, al Segretario comunale ed ai Responsabili dei servizi del Comune di Norcia, Giampietro Angelini, il capogruppo consiliare di Noi per Norcia.

“Il 20 giugno scorso – ha proseguito Angelini -in qualità di capogruppo consiliare “Noi Per Norcia”, ho presentato ai sensi del regolamento vigente richieste di accesso, con estrazione di copia, agli atti riguardanti le procedure di affidamento lavori, servizi e forniture affidate dal Comune di Norcia negli anni 2018-2019; l’elenco aggiornato delle donazioni di qualsiasi natura, pervenute a seguito del sisma 2016 (dal 24/08/2016 ad oggi), con indicazione del donatore, dell’importo o materiali, delle finalità, degli estremi di allocazione delle somme in bilancio e conseguente situazione delle somme spese e residui; l’elenco dei procedimenti giudiziari aperti, dall’anno 2014 ad oggi, nei confronti del sindaco, amministratori e dipendenti (nell’espletamento delle funzioni dell’Ente) e l’elenco degli incarichi di tutela/patrocinio legale in corso con indicazione delle coperture finanziarie; il Regolamento del verde pubblico e Regolamento degli impianti sportivi.

Con estremo stupore, in risposta ad una di queste istanze, mi sono visto recapitare il 27 giugno una nota, a firma dei Responsabili di Area, con la quale in sostanza gli uffici rispondono che gli atti che abbiamo richiesto sono, e saranno a tempo debito, presenti sul sito del Comune nelle diverse sezioni dedicate alla pubblicità degli atti e provvedimenti.

“Nel ringraziare vivamente i dirigenti che, dimostrando  grande volontà di collaborazione e di impegno lavorativo,  si sono così intensamente impegnati per rispondere alle nostre richieste – prosegue la lettera di Angelini – e precisando che avevamo sentito parlare in giro dell’esistenza di un sito del Comune di Norcia nel quale i cittadini possono trovare gli atti quando i dirigenti li pubblicano, ci siamo permessi di rispondere che  questo Gruppo consiliare non è disponibile ad accettare comunicazioni irrispettose, irriguardose e/o addirittura provocatorie, e che, fermo restando che tutti i cittadini hanno diritto di accesso, in nome della trasparenza, agli  atti per i quali è previsto l’obbligo della pubblicazione, l’accesso previsto per i consiglieri comunali,in virtù del quale è stato scritto il regolamento comunale, è un istituto giuridico finalizzato a consentire al consigliere comunale di esercitare il proprio mandato, verificando e controllando il comportamento degli organi istituzionali decisionali  del Comune. Il diritto in questione prevede l’accesso incondizionato a tutte le informazioni, a tutti gli atti e documenti, compresi quelli riservati, riguardanti l’attività amministrativa dell’Ente.

Ed inoltre – sottolinea Angelini -, perché nessuna risposta sulle pendenze giudiziarie e su eventuali incarichi a legali o sulle donazioni di contributi per il terremoto? C’è qualcosa che non funziona?

Ricordato questo,comunico che, qualora dovesse essere di fatto  leso il diritto di accesso dei consiglieri anche attraverso risposte come sopra ricevute, non esiteremo ad attivare ogni tutela ivi compreso, nostro malgrado, l’esposto alla Procura della Repubblica per l’accertamento di eventuali responsabilità penali per il reato di omissione di atti d’ufficio.

Questo Gruppo consiliare – ha concluso Angelini nella sua lettera –  da tempo sta cercando di estrarre tutti gli atti necessari dal sito del Comune e, anche questo per informazione vista la sostanziale inutilità di richieste di atti agli uffici comunali, nel momento in cui rileverà dubbi, opacità o naturalmente illegittimità, distorsioni o violazioni di leggi, procederà automaticamente all’inoltro della documentazione agli Organi preposti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
6 + 18 =