Dalle tende alle classi, per tornare alla normalità in sicurezza a Norcia

Entro i primi di novembre l’arrivo dei moduli prefabbricati per la scuola elementare L’Istituto 'R.Battaglia' dichiarato agibile intanto ospiterà tutte le classi dall’infanzia alle superiori.


Scrivi in redazione

Terremoto, in Valnerina scuole chiuse fino al 13 novembre

Dalle tende alle classi, per tornare alla normalità in sicurezza a Norcia
da Paolo Millefiorini NORCIA – Importanti novità per quanto concerne la scuola a Norcia.  Da lunedì 10 ottobre infatti tutte le classi dalle elementari alle superiore avranno a disposizioni le aule dell’ Istituto Roberto Battaglia di Norcia. Ad annunciarlo è la stessa Dirigente Scolastica, Prof.ssa Rosella Tonti in una riunione convocata giovedì pomeriggio nello stesso istituto scolastico cui hanno preso parte i genitori rappresentanti di ogni classe.

Una sorta di risposta ‘non programmata’ anche a chi oggi aveva scritto che la “Preside aveva chiesto alla politica” prontamente smentito dalla stessa Dirigente Scoalstica.

L’Istituto Battaglia è infatti stato decretato interamente agibile, esclusa la palestra. Durante la riunione è stata presentata la nuova collocazione delle classi. Gli alunni delle elementari, classi I-II-III situati nelle tende presso la stessa Scuola Elementare, insieme a quelli delle classi IV-V nelle tende presso lo stesso ‘R.Battaglia’, saranno collocate al piano terra dell’ Istituto. La scuola dell’infanzia, materna, sarà collocata sempre nello stesso Istituto al livello del piazzale della palestra, dov’è collocata l’unica tensostruttura che sarà utilizzata: quella messa a disposizione dal consorzio Norcia Promotion per fornire solo esclusivamente il servizio mensa ai bambini, a partire dal prossimo lunedì.

Fermo restando la gravità della situazione in cui verte l’edificio in cui erano collocate le scuole elementari che, come già ampiamente annunciato dal Sindaco di Norcia Nicola Alemanno sarà “ricostruito interamente” ed oggi ha presentato il progetto esecutivo per l’assegnazione dei moduli scolastici che avverrà entro 30 giorni.  Per quanto concerne la scuola secondaria di primo grado, scuola media, la struttura è praticamente agibile e funzionale nei suoi due piani.

Non mancano però le perplessità tramite social network, “meglio le tende”, “però è freddo”, “ma l’edificio sarà veramente sicuro”,”non manderemo i nostri figli a scuola”.

Tuttavia le istituzioni, gli enti, la protezione civile, che ha fornito gratuitamente un generatore di corrente per alimentare e riscaldare la tensostruttura adibita a mensa, si stanno prodigando affinché si torni al più presto alla normalità e in sicurezza: la sfida alla paura c’è sempre, ma va affrontata. Con la collocazione in aule in strutture considerate agibili, sicuramente si potrà evitare qualche raffreddore, vista l’umidità del periodo e l’arrivo dell’inverno, migliorando anche il rendimento scolastico. Si continua a lavorare con fiducia e tenacia per affrontare ogni giorno una nuova sfida.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*