Gli artisti scendono in Campi di Norcia per ricominciare da un sorriso

NINO TARANTO, ALESSANDRO GRECO, BEATRICE BOCCI, GIOVANNI CUCINELLA E GIADA NOBILE

 
Chiama o scrivi in redazione


Gli artisti scendono in Campi di Norcia per ricominciare da un sorriso

Gli artisti scendono in Campi di Norcia per ricominciare da un sorriso CAMPI DI NORCIA – “Gli Artisti scendono in… Campi – …per ricominciare da un sorriso”: è questo il titolo dello spettacolo che si terrà domenica 27 novembre, alle 15.30, nella Pro loco di uno dei paesi umbri più gravemente colpito dal terremoto del 30 ottobre scorso: Campi di Norcia (PG), piccolo borgo medievale a pochi chilometri da Norcia, immerso nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

© Protetto da Copyright DMCA

A scendere in un campo del tutto speciale, quello della solidarietà, alcuni Artisti del mondo dello spettacolo che, con grande generosità, hanno accettato di essere in prima linea nel portare un sorriso e una parola di incoraggiamento alle popolazioni terremotate della Val Castoriana. Tra questi il comico Nino Taranto, il conduttore radiotelevisivo Alessandro Greco, la conduttrice Beatrice Bocci, il musicista Giovanni Cucinella e la cantante e attrice Giada Nobile. Quest’ultima ha perso i genitori e alcuni familiari, ad Amatrice, nel terremoto del 24 agosto. Saranno inoltre presenti alcuni rappresentanti delle Istituzioni locali e religiose.

Lo spettacolo vuole essere un’occasione per condividere con le popolazioni di questa straordinaria Vallata, un momento di solidarietà, di musica, per sovrastare il boato assordante del terremoto e regalare un sorriso a chi continua a perdere ogni giorno, sotto le macerie, una parte importante della propria storia e delle proprie origini.

Il 24 agosto scorso ha segnato l’inizio di un terrore che sembrava poter essere dimenticato. Poi, alle 7.40 di domenica 30 ottobre, ancora una scossa. L’epicentro è proprio in questa Valle, tra Norcia e Preci, zone già duramente colpite dai sismi precedenti. «I paesi hanno perso l’aspetto e la bellezza di più di un secolo di storia – ha dichiarato il Presidente della Proloco di Campi, Roberto Sbriccoli –. Gravissimi e inestimabili i danni alle abitazioni e al patrimonio storico e artistico. Paesi devastati che oggi rischiano di scomparire ed essere dimenticati dalle Istituzioni… Con questa iniziativa vogliamo provare a ripartire con la forza che ci viene dalla nostra storia per guardare tutti insieme in avanti e ricostruire il nostro futuro».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*