Castelluccio, clima esagerato: riportare i toni nell’ordinario

Trasformata la festa della fioritura di Castelluccio in una battaglia senza esclusione di colpi

 
Chiama o scrivi in redazione


Castelluccio, clima esagerato: riportare i toni nell'ordinario
castelluccio

Castelluccio, clima esagerato: riportare i toni nell’ordinario. Trasformata la festa della fioritura di Castelluccio in una battaglia senza esclusione di colpi
da Lavinia D’Ottavio
In questi giorni abbiamo notato quanto i toni esagerati ed esasperati, sia da parte del sindaco Alemanno sia da parte di associazioni ambientaliste, abbiano trasformato la festa della fioritura di Castelluccio in una battaglia senza esclusione di colpi. Al di là delle rispettive posizioni, di certo riteniamo non sia con la militarizzazione della Piana di Castelluccio che si accoglie un turista e/o si risolve il problema. Paradossalmente i fiori, che dovrebbero essere i protagonisti assoluti del momento, si trovano, invece, a dover mitigare le divise di Polizia, Carabinieri, Guardia Forestale e Finanzieri che abbondano sul posto.

Ci chiediamo, allora, dove è stato relegato il senso d’accoglienza che da sempre contraddistingue Castelluccio e lo ha reso noto nel mondo? Dove la gradita ospitalità? Dove il cordiale benvenuto? Perché dare all’ospite una così pessima immagine del paese, che pessimo non è? Domandiamo al Sindaco se era proprio necessario e indispensabile che si riunisse un Comitato Regionale di sicurezza pubblica e si mobilitassero così tante Forze dell’Ordine per disciplinare e regolamentare la vicenda? O forse, non era sufficiente continuare come negli anni precedenti (anche con ordinanze) nell’attesa che si perfezionasse il progetto proposto dalla Comunanza di Castelluccio, peraltro, condiviso anche da tutti gli operatori commerciali? Ricordiamo che negli anni della nostra amministrazione oltre al “normale” afflusso di turisti abbiamo anche disciplinato il tutto – con il prezioso contributo delle sole forze locali – in presenza dei due concerti del Maestro Uto Ughi, senza fare tanto rumore!

È chiaro, dunque, che l’amministrazione Alemanno ha ingigantito, accentuato ed eccessivamente enfatizzato l’aspetto mobilità in danno della Festa. Dall’altra parte sembra eccessiva anche la posizione assunta dal WWF di Perugia in merito alla mobilità sulla piana di Castelluccio, al punto che arrivano a paragonarla ad una Bolgia Dantesca. Non concordiamo assolutamente con tali comportamenti, in quanto, è la figura paradisiaca del luogo che deve essere divulgata e non quella cattiva immagine che tali discussioni creano.

Non ci dimentichiamo poi che certi toni determinano conseguenze spiacevoli soprattutto d’immagine e non solo economiche, all’intera territorio. È necessario, allora, abbassare i toni e ricondurre la questione ad una situazione gestibile, con la chiara consapevolezza, in un imminente futuro, della necessità e priorità della costruzione di una situazione logistica idonea. Condividiamo in pieno la proposta avanzata, già da tempo, dalla stessa Comunanza Agraria di Castelluccio, peraltro, discussa nell’ultimo Consiglio Comunale (20.06.16), che poteva, fin da subito, essere presa in considerazione e sperimentarne in parte la fattibilità.

Tale proposta prevede la costruzione di parcheggi, non a vista, così da consentire lo sguardo mozzafiato sulla Piana senza l’interferenza di macchine e camper. Oltrettutto, non sarà sfuggito ai più che con l’ordinanza sindacale n. 40 del 21/06/2016 viene dato incarico all”Associazione Turistico Culturale“ProNursia” la completa e autonoma gestione delle aree di sosta temporanee per il periodo della fioritura. A seguire, delibera di Giunta n. 97 del 23/06/16 con concessione di un congruo contributo straordinario sempre alla Pro Nursia per la Festa della Fioritura di Castelluccio. Allora, domande: “La gestione completa ed autonoma dei parcheggi da parte della Pro Nursia come è stata affidata? Quanto sarà l’introito per la Pro Nursia? La Pro Nursia farà il rendiconto al Comune ? Verremmo mai a sapere di quanti soldi alla fine dei giochi ha disposto la Pro Nursia? Perchè l’ulteriore contributo straordinario? Forse, pensa l’amministrazione comunale che la gestione parcheggi sarà deficitaria, nonostante l’aumento del biglietto della navette, quindi il contributo straordinario??? Al solito… faremo di più con meno…!!!

Gruppo Consiliare Norcia nel Cuore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*