Approvato emendamento Salva Cascia, contributi ai comuni sede di santuario

 
Chiama o scrivi in redazione


Approvato emendamento Salva Cascia, contributi ai comuni sede di santuario

“Anche le attività economiche del centro storico di Cascia potranno accedere ai contributi a fondo perduto previsti dal “decreto ristori” per i Comuni a vocazione turistica nel cui territorio siano presenti Santuari aggingendosi così a Assisi, Orvieto e Todi e Spoleto. Ciò sarà possibile grazie all’emendamento a mia prima firma approvato questa notte all’unanimità dalle Commissioni Bilancio e Finanze”.

Queste le parole del Senatore della Lega, luca Briziarelli che continua: “L’emendamento prevede che il limite minimo di 10 mila abitanti introdotto dal decreto sostegni per poter accedere ai fondi, in aggiunta ad un numero di presenze turistiche straniere in rapporto di tre a uno rispetto ai residenti, non si applichi ai Comuni colpiti dal terremoto del 2016 e 2017.

Questa scelta pone rimedio ad un’evidente ingiustizia che colpiva il Comune di Santa Rita che, pur contando 185 mila presenze turistiche all’anno, delle quali moltissime provenienti dall’estero, risultava escluso per il numero dei suoi abitanti, appena 3800. Ciò era doppiamente penalizzante tenuto conto che il crollo delle presenze turistiche dovuto al Covid, nel caso dei Comuni del cratere, si è aggiunto a quello derivante dal terremoto. In questi mesi come Lega abbiamo seguito costantemente i problemi delle attività economiche dei centri storici. Quello compiuto è un altro passo nella giusta direzione, continueremo a batterci perché nei futuri provvedimenti sia possibile reperire risorse sufficienti per tutte le tipologie di Comuni a vocazione turistica che contino il numero di presenze straniere previste a prescindere dagli abitanti.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*