Sisma 2016: Indennizzo per le imprese interrotte durante la ricostruzione

Un indennizzo sostitutivo alla delocalizzazione per le attività produttive sospese durante i lavori di ricostruzione

Riapertura del contributo ricostruzione beneficiari del Superbonus

Sisma 2016: Indennizzo per le imprese interrotte durante la ricostruzione

Il 27 giugno a Roma, è stata annunciata una modifica significativa all’art.26 del Testo unico della ricostruzione privata. Questa modifica, approvata in Cabina sisma, introduce un indennizzo sostitutivo alla delocalizzazione per le attività produttive che devono essere temporaneamente sospese a causa dei lavori di ricostruzione. Questa modifica è stata fortemente sostenuta dal Commissario alla Riparazione e Ricostruzione Sisma 2016, Guido Castelli.

L’indennizzo sarà calcolato sulla base della media degli utili netti derivanti dai conti economici aziendali del triennio precedente, proporzionati al periodo di chiusura effettiva, che può durare fino a un massimo di sei mesi.

Il Commissario Castelli ha spiegato che questa soluzione è stata sviluppata in risposta a una necessità espressa ripetutamente dal territorio. Le attività che devono sospendere le loro operazioni per la ricostruzione ora hanno la possibilità di richiedere un indennizzo per un massimo di sei mesi, un periodo utile per completare i lavori.

Castelli ha sottolineato che questo strumento è più comodo e probabilmente più vantaggioso della delocalizzazione, soprattutto quando si tratta di brevi periodi di tempo. Ha ringraziato i Presidenti delle Regioni Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria per aver condiviso queste decisioni in Cabina. Ha ribadito che la ricostruzione è un processo in continua evoluzione e che le eventuali criticità che emergono dai cantieri possono e devono essere risolte attraverso un approccio sinergico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*