Cascia: Una biblioteca scolastica come laboratorio per la didattica

 
Chiama o scrivi in redazione


Cascia: Una biblioteca scolastica come laboratorio per la didattica

Cascia: Una biblioteca scolastica come laboratorio per la didattica

Cascia: Una biblioteca scolastica come laboratorio per la didattica

Alla Scuola Primaria-Secondaria di I grado “Beato Simone Fidati” taglio del nastro di una biblioteca scolastica innovativa Progetto avviato dal 2016

A Cascia una biblioteca scolastica come laboratorio per la didattica e centro culturale per il territorio attraverso la creazione di uno spazio multifunzionale, con destinatari gli studenti dell’Istituto Omnicomprensivo “Beato Simone Fidati di Cascia” che comprende la Scuola Materna, Elementare e Media di Cascia, con sezioni staccate ad Avendita e Monteleone di Spoleto, Scuola Secondaria I grado – IPSIA – Liceo Scientifico.

Il taglio del nastro dell’aula multimediale è avvenuto nei giorni scorsi a Cascia, in occasione della giornata mondiale del libro. E’ rivolta prevalentemente al primo ciclo ed è fornita di angoli confortevoli per stimolare alla narrazione e alla lettura anche i piccoli alunni dell’infanzia. Al suo interno si potrà, inoltre, utilizzare la MLOL (Media Library On Line) ed acquisire sussidi per i disabili e BES.

Ricordiamo che questo spazio è stato il frutto del progetto “Biblioteche scolastiche innovative”, iniziato nel giugno 2016, presentato a luglio dello stesso anno ma il suo iter è stato completato sei anni dopo a causa del terremoto. Tale progetto nasce dall’esigenza di implementare il servizio di biblioteca di Cascia, Monteleone di Spoleto e Avendita per il territorio dell’Alta Valnerina, zona montana “marginale”, visto che la biblioteca aveva perso il suo ruolo di aggregazione a seguito del terremoto del ‘97 a causa dell’abbattimento dell’edificio pericolante e della dispersione di molti volumi.

Vorrei sottolineare l’impegno del professor Novello, promotore del progetto e animatore digitale dell’Istituto e della dsga Rita Finauro, grazie ai quali siamo riusciti a riprendere il progetto e concluderlo con successo – sono le parole della preside dell’Istituto Omnicomprensivo di Cascia Roberta Aniello -. Abbiamo ordinato 12 tavoli e tablet che potranno essere utilizzati per una didattica aperta, innovativa, integrata tra tradizione e multimedialità”.

L’assessora comunale all’Istruzione di Cascia Monica Del Piano si “congratula con quanti hanno lavorato per portare a conclusione tale progetto dove i nostri ragazzi saranno ancora una volta i veri protagonisti di tutta l’iniziativa”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*