Ricostruzione, e sulla Perla dei Sibillini riapre anche la Taverna di Castelluccio

Ricostruzione, e sulla Perla dei Sibillini riapre anche la Taverna di Castelluccio

Ricostruzione, e sulla Perla dei Sibillini riapre anche la Taverna di Castelluccio



da Lorella Gervasi
Un mio carissimo amico di Peppe e la sua splendida mamma Giannina mi hanno inviato questa stupenda notizia. Ricordo a tutti che Castelluccio di Norcia, in provincia di Perugia, è uno dei comuni più dannaggiati dal sisma di magnitudo 6,5 che ha colpito il Centro Italia. Famoso per la fioritura dei suoi campi, dopo l’ultima scossa del 30 ottobre è stato quasi raso al suolo.

Dopo anni di sofferenza, sconforto, solitudine, speranze… riapre finalmente la “Taverna di Castelluccio”.
Invito tutti a visitare questo posto meraviglioso e a far visita a Peppe e Giannina per far ripartire Castelluccio, per far risorgere l’economia del luogo, per far rinascere il paese.
Grazie 😊

🔴🔴🔴 «Finalmente riapriamo!

É con grande piacere che invitiamo tutti all’inaugurazione della nuova Taverna Castelluccio il 13 Aprile.

Per chi desidera un anticipazione dei nostri sapori, faremo una preapertura sabato 6 e domenica 7 aprile.»

Vi aspettiamo! 💚


Le nostre proposte gastronomiche sono incentrate quasi esclusivamente su una cucina territoriale genuina e naturale (agro-silvo-pastorale) in cui spiccano le lenticchie biologiche dei nostri campi, i prodotti ovini (carni e formaggi da pecore allevate allo stato brado) e i prodotti silvestri come erbefunghi o frutti. Coerentemente cerchiamo di integrare con ingredienti del comprensorio, o della regione, quando assenti dal nostro territorio. Tra gli antipasti si segnalano gli immancabili salumi
nostrani, e la straordinaria coratina di agnello al vino bianco , la farecchiata (tradizionale polenta della comunità, condita con olio e acciughe). Dopo una ottima scelta di minestre (lenticchiefarrorustica di legumi vari), da segnalare fra i primi piatti, gli immancabili tortelloni di ricotta fresca e erbe selvatiche , i canaloni del vettoregli strengozzi alla norcinagli gnocchi di patate e spinaci selvatici al ragù di castrato, e i tagliolini al tartufo nero di Norcia. Tra le carni alla brace di qualità biologica e dal sapore vero, da sottolineare il castratol’agnello scottaditole tagliate o il filetto di manzo al tartufo nero, da non perdere la frittata di ricotta fresca e tartufo nero. E poi a secondo della stagione ,Spinaci selvatici (violatri), funghi turiniconfetture di sambuco selvatico o di broncole (prugne autoctone) per accompagnare una selezionata scelta di formaggi locali di qualità. Torta di ricotta e tozzetti fatti in casa con vin santo o sagrantino passito, sono alcune nostre proposte per concludere il pasto. La cantina offre circa sessanta etichette con una buona scelta di vini dell’Italia centrale, e una particolare attenzione ai pochi ma fantastici vini umbri. L’olio extra vergine è un dop biologico dei Colli Martani.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*