Lega: Bianconi indirizzi le polemiche contro la sinistra che lo sostiene

 
Chiama o scrivi in redazione


Lega: Bianconi indirizzi le polemiche contro la sinistra che lo sostiene

Lega: Bianconi indirizzi le polemiche contro la sinistra che lo sostiene

“Inaccettabile il tentativo di certa parte della sinistra umbra di fomentare polemiche approfittando di uno spiacevole episodio legato alla salute della presidente Donatella Tesei”. Così i parlamentari umbri della Lega, Caparvi, Marchetti, Alessandrini, Briziarelli, Lucidi, Pillon e Saltamartini.

  • Strumentalizzazione politica

“Intendiamo stigmatizzare le parole del consigliere regionale Vincenzo Bianconi, il quale, commentando quanto accaduto ieri a Preci, nell’esprimere frasi di vicinanza alla governatrice si è poi lasciato andare alla strumentalizzazione politica rispetto all’insufficiente copertura del pronto soccorso in Valnerina e all’assenza di guardia medica nel weekend.

Peccato che nel far questo abbia stranamente “dimenticato” di specificare che la responsabilità delle criticità nei servizi sanitari in quelle zone, così come in altre parti dell’Umbria, non è certo di chi guida la regione da pochi mesi, ma di chi ha malgovernato per oltre 50 anni

Il riferimento è a quella sinistra incapace di dare risposte concrete a questi territori e totalmente inadeguata nel risolvere le numerose problematiche scaturite dagli eventi sismici del 2016 tra cui, appunto, quelli legati alla copertura sanitaria. Quella sinistra che, come emerso nell’ambito dello scandalo Concorsopoli, sembra aver utilizzato la sanità per puri fini elettorali, oltre a caratterizzarsi negli anni per aver ridotto servizi e chiuso ospedali.

  • Si chieda scusa alla Presidente Tesei

Tutto questo Bianconi stranamente non lo dice, sarà forse perché la sua candidatura alle ultime elezioni regionali è stata progettata per riportare al governo della regione quelle forze politiche che male hanno amministrato in Valnerina come in Umbria? Il consigliere faccia un passo indietro, chieda scusa alla Tesei e si preoccupi la prossima volta di indirizzare al mittente giusto le sue polemiche”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*