Terremoto, sono 550 le casette che serviranno nel comune di Norcia

I lavori proseguono per completare le 63 abitazioni nella zona industriale

Dare casette ai terremotati e poi rischiare di fallire, è strano ma vero
immagine di repertorio

Terremoto, sono 550 le casette che serviranno nel comune di Norcia NORCIA – 550 casette per far fronte all’emergenza abitativa post-terremoto nel comune di Norcia. E’ questo il numero della Sae (Soluzioni abitative di emergenza) che serviranno. Nel capoluogo ne saranno richieste 350, le altre 200 per le varie frazioni. “La stima è ancora provvisoria ed è legata alle ultime verifiche di agibilità e alle richieste che ci giungeranno per l’autonoma sistemazione”, spiega l’assessore comunale ai Servizi sociali, Giuseppina Perla, che con il sindaco Nicola Alemanno ha partecipato a Foligno alla riunione tecnica con Alfiero Moretti, dirigente del servizio organizzazione e sviluppo della stessa Protezione civile. Finora sono state consegnate 38 Sae (Soluzioni abitative di emergenza): 20 a Norcia e 18 a San Pellegrino, alle quali sono da aggiungere i container collettivi. I lavori proseguono per completare le 63 abitazioni nella zona industriale “che verranno tutte assegnate nei giorni di Pasqua e una parte forse anche consegnate, sono ancora in corso le opere di urbanizzazione”, precisa Perla.

Terremoto, a Norcia sono 550 le casette che serviranno nel comune

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*