Suoni di boschi e d’Abbazie, le violoncELLE + GreenTable

 
Chiama o scrivi in redazione


Suoni di boschi e d'Abbazie, le violoncELLE + GreenTable

Suoni di boschi e d’Abbazie, le violoncELLE + GreenTable

Paesaggi, profumi, colori e sapori. Ma anche suoni, armonie invisibili ed immaginarie filigrane tra realtà e fantasia che la nebbia intreccia. L’”Ode all’Autunno” di John Keats è e rimane l’irraggiungibile sinfonia che canta la stagione più opulenta dell’anno; opulenta ma, pure, già evanescente. L’autunno è l’estremo dono della Natura prima del lungo sonno invernale; l’attimo in cui le sfumature dell’oro e del rosso – ricche di valori simbolici arcaici e sempre attuali – offrono il loro spettacolo più dolce e lussureggiante. Non v’è broccato o doratura degli stucchi d’un teatro che possa competere con l’eleganza d’un bosco in autunno.

Per il suo undicesimo appuntamento, la rassegna di UmbriaEnsemble “Suoni di Boschi e d’Abbazie” sceglie il palco eccezionale di un bosco in autunno, tra i colori dorati e bruni delle foglie, gli specchi d’acqua increspati dai primi capricci del vento, gli abitanti del bosco che furtivi si accostano ai suoni insoliti degli strumenti musicali. Così, Domenica 17 Ottobre, con inizio dalle 12, ai bordi della grande cisterna che abita l’intera piazzetta del castello di Pontuglia, in Valnerina, la Musica delle VioloncELLE, quartetto di violoncelli tutto al femminile (M. Cecilia Berioli, Arianna Federici, Naima Maiarelli, Minna J. Pehkonen) fiorirà in un delicato ed appassionato contrappunto con i suoni del bosco. Dal primo Barocco al Romanticismo, al pop più raffinato, con le innumerevoli sfumature timbriche dei violoncelli che vibrano in armonia con quegli alberi da cui sono nati.

Altro scenario, decisamente meno intimo e più internazionale, ma medesima ispirazione per l’evento che vedrà il quartetto d’archi di UmbriaEnsemble (Angelo Cicillini e Cecilia Rossi, Violini; Luca Ranieri, Viola; M. Cecilia Berioli, Violoncello) aprire il Green Table 2021 nell’incantevole scenario di San Francesco al Prato, a Perugia, che riaprirà proprio per questa occasione. I più prestigiosi nomi dell’architettura e del design; ma anche scienziati, intellettuali ed artisti per un forum internazionale su architettura e design per il futuro.

Un onore per gli artisti umbri che daranno il “la” al forum con i loro strumenti – emblema per eccellenza di sostenibilità e rinnovamento nella tradizione – con l’interpretazione del quartetto op.76 n° 4 di Joseph Haydn, “L’Alba”. Perché, davvero, possa sorgere l’alba di un nuovo tempo di consapevolezza, impegno, bellezza ed armonia

umbriaensemble.it | facebook.com/SuoniDiBoschiAbbazie.UmbriaEnsemble | forum.greentable.it/

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*