Norcia nel cuore attacca maggioranza Alemanno su PRG

previsioni irrealizzabili sia del punto di vista ambientale sia economico


Scrivi in redazione

Norcia nel cuore attacca maggioranza Alemanno su PRG

Norcia nel cuore attacca maggioranza Alemanno su PRG

da Lavinia D’Ottavio “Norcia nel cuore”
La maggioranza Alemanno, nella seduta consiliare del 20.06.2016, ha adottato il PRG, parte strutturale. Il PRG, PS, non ha avuto il voto favorevole dei consiglieri Stefanelli e D’Ottavio del gruppo Norcia nel Cuore e del consigliere Filippi capogruppo di Cambiare Insieme il Futuro. Di fatto, l’attuale redazione dello strumento urbanistico 2016, salvo alcune diverse previsioni, a nostro avviso assolutamente irrealizzabili, mantiene l’impostazione di base della previsione di piano 2013 – amministrazione Stefanelli – che aveva ottenuto, dal punto di vista ambientale, il parere favore da parte della Regione dell’Umbria con la determinazione dirigenziale n. 3876 del 20/05/2014.

L’amministrazione Alemanno, anziché proseguire l’iter intrapreso dalla precedente amministrazione Stefanelli, ha ritenuto di rimettere mano all’intero progetto inserendo delle previsioni irrealizzabili sia del punto di vista ambientale sia economico. Nello specifico, ciò che maggiormente preoccupa questa minoranza e la previsione sulla viabilità, in quanto, nel PRG adottato si prevede la realizzazione di una variante che si snoda al fondo scarpa dell’attuale circonvallazione e che di fatto attraversa il Sito di Importanza Comunitaria “Marcite di Norcia” e l’area delle Sorgenti del Salicone.

Le criticità per questo previsto tratto della viabilità attengono in particolare a: 1. possibili effetti barriera delle continuità ecologiche nell’area dell’ampliamento del parco delle Marcite e del Torrente del Torbidone; 2. interruzioni di continuità di sistemi ambientali; 3. la possibile perturbazione dei regimi idrici superficiali e sotteranei; 4. potenziale impatto paesaggistico sia da che per il centro storico di Norcia, oltre che per l’area delle Sorgenti del Salicone.

In ordine, invece, alle possibili interferenze ambientali sulla previsione urbanistica di viabilità si rileva: interferenza con l’ecosistema delle Marcite, discontinuità delle connessioni ecosistemiche della Marcite ed, infine, criticità potenziali afferenti al sistema delle acque superficiali e sotterrane dell’area della Marcite. Stesse criticità si rilevano per il previsto corridoio multimodale, volto a realizzare un collegamento tra Norcia e Castelluccio. Tutto ciò ci appare sufficiente per ritenere che le nuove previsioni di questo PRG, PS, siano assolutamente impraticabili.

1 Commento

  1. MA PERCHE SI STA A GUARDARE IL CAPELLO!!!!!!!!! PERCHE TUTTI QUESTI CAVILLI AMBIENTALI!!!! CHE PROBLEMA C’E???????
    TANTO GLI UFFICI COMPETENTI E I TECNICI SONO ABITUATI A AUTORIZZARE OGNI COSA…PURTROPPO

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*