Morto il 33enne di Norcia dopo pugno in faccia, arrestato aggressore

Morto il 33enne di Norcia dopo pugno in faccia, arrestato aggressore

Morto il 33enne di Norcia dopo pugno in faccia, arrestato aggressore. NORCIA – Il 33enne  ricoverato da domenica mattina in rianimazione, all’ospedale di Terni, dopo essere stato colpito con un pugno da un suo coetaneo, è morto dopo ore d’agonia. La lite avvenuta nella notte tra sabato e domenica a Norcia, nei pressi di un pub.

Quando i carabinieri del nucleo radiomobile di Norcia sono arrivati sul posto, erano le 5 del mattino, il 33enne era a terra, privo di sensi. Subito la corsa a Spoleto, in ospedale, dove i medici, vista la gravità della situazione, hanno disposto il trasferimento del giovane a Terni.

Il 33enne, nursino ma da qualche tempo all’estero per lavoro, era ricoverato in rianimazione e nel pomeriggio è morto. Dalle 17,34, informa una nota dell’Azienda ospedaliera di Terni, l’accertamento di morte cerebrale. Sei ore, spiega lo stesso ospedale, sono i tempi tecnici per confermare l’avvenuto decesso.

LEGGI ANCHE: Pugno in faccia è morte cerebrale per ragazzo di Norcia, arrestato aggressore è tentato omicidio

I militari hanno subito individuato il presunto aggressore (C.S.), anche lui di Norcia, coetaneo della vittima, incensurato, senza fissa occupazione e residente nel borgo terremotato. Dopo i primi accertamenti, il giovane è stato arrestato con l’accusa di omicidio e trasferito nel carcere di Spoleto. La lite e la successiva aggressione – secondo le prime verifiche sarebbe -avvenuta per futili motivi.

L’aggressore è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio, ma a seguito del tragico decesso gli dovrebbe essere contestato l’omicidio preterintenzionale. A seguire il caso è il sostituto procuratore Vincenzo Ferrigno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*