Ricorso Nicola Alemanno, perché tribunale Spoleto ha respinto

Ricorso Nicola Alemanno, perché tribunale Spoleto ha respinto

Ricorso Nicola Alemanno, perché tribunale Spoleto ha respinto

 Ricorso Nicola Alemanno – Il Tribunale di Spoleto ha respinto il ricorso presentato dall’avvocato Massimo Marcucci per la sospensione del Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, dall’incarico di primo cittadino. La decisione del Tribunale è basata sulla mancanza del carattere d’urgenza dell’impugnazione, ma la discussione di merito è stata rinviata all’8 novembre.

Tuttavia, il motivo principale del ricorso presentato dall’avvocato Marcucci ha perso la sua rilevanza. La richiesta di sospensione dall’incarico era basata sul presupposto che fossero note le motivazioni della sentenza di condanna a un anno e 10 mesi per abuso di ufficio, emessa contro Alemanno per la vicenda della casetta della Pro-Loco. Il giudice penale Luca Cercola, in anticipo rispetto ai 90 giorni annunciati, ha depositato le motivazioni giovedì scorso, facendo così venire meno il principale motivo del ricorso.

Per tentare di tornare alla guida dell’amministrazione comunale di Norcia, Alemanno dovrà concentrarsi sull’iter penale, impugnando la condanna di primo grado in Appello. Questa condanna ha fatto scattare la sospensione per effetto della Legge Severino. La difesa sta già predisponendo l’impugnazione, ora che le motivazioni sono state depositate e notificate alle parti.

Il Sindaco Alemanno ha commentato la sentenza, sottolineando: “Mi sono state riconosciute le attenuanti generiche per il regime emergenziale in cui i reati sarebbero stati commessi e nella sentenza si sottolinea che ho agito per interesse pubblico e non per fini privati.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*