Unipegaso

Terremoto 2016 restituzione busta pesante tempi rimborso troppo brevi

9 rate a partire dal 16 febbraio 2018 tempi troppo stretti, anzi strettissimi

Terremoto 2016 restituzione busta pesante tempi rimborso troppo brevi

Terremoto 2016 restituzione busta pesante tempi rimborso troppo brevi

NORCIA –  Il PD di Norcia lancia l’allarme: se non ci saranno modifiche in tempi rapidi alla normativa sul sisma 2016, tutti i lavoratori dipendenti (del settore privato e pubblico) si troveranno a dover restituire la “busta pesante” in tempi strettissimi, ossia in 9 rate a partire dal 16 febbraio 2018.

Il D.L. 50/2017 ha prorogato al 31 dicembre 2017 la durata della busta pesante, ma ha previsto che la restituzione avverrà in 9 rate. Per quanto riguarda la restituzione, il decreto stabilisce che la ripresa della riscossione,senza sanzioni e interessi, dei tributi sospesi e non versati (inclusa l’IRPEF sospesa per effetto della “busta paga pesante”) avverrà entro il 16 febbraio 2018 limitatamente ai soggetti diversi da imprenditori, lavoratori autonomi e agricoltori (per i quali rimane fermo il termini posto dalla normativa previgente del 16 dicembre 2017), ossia per i lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato.

Viene inoltre specificato che i soggetti diversi da imprenditori, lavoratori autonomi e agricoltori potranno versare le somme oggetto di sospensione, inclusa l’IRPEF sospesa con la “busta paga pesante”, mediante rateizzazione fino ad un massimo di 9 rate mensili di pari importo a decorrere dal 16 febbraio 2018.

Con questo meccanismo i  lavoratori, già duramente colpiti dal sisma, rischiano di avere stipendi al limite e il beneficio si trasformerebbe in disagio. Riteniamo, quindi, che la misura di rateizzazione sia assolutamente insufficiente e, per questo motivo, ci uniamo a coloro che stanno sollecitando il Governo Nazionale e quello Regionale affinché vengano previste due modifiche normative:

  1. la rateizzazione sia estesa almeno al numero di rate massimo previsto per queste fattispecie dallo Statuto del Contribuente (18 rate mensili), ma auspichiamo che venga introdotto un tempo di restituzione più lungo;
  2. l’avvio della restituzione sia ulteriormente dilazionata nel tempo, in analogia con quanto previsto per la restituzione dei tributi sospesi per gli imprenditori e i lavoratori autonomi, che possono accendere ad un finanziamento bancario (senza costi e garanzie) della durata di 5 anni e che inizieranno a rimborsare dal 1 gennaio 2020.

Ricordiamo che in passato, in situazioni di analoga difficoltà per eventi calamitosi, sono state previste rateizzazioni di 120 rate e sconti sull’importo da restituire.

Il Circolo PD di Norcia

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*