Canta che ti passa a Sellano un partecipatissimo raduno di canti popolari

L'Associazione "Sellano Terra di mezzo" attiva nella valorizzazione del territorio

Canta che ti passa a Sellano un partecipatissimo raduno di canti popolari

Di Agnese Benedetti
Sindaco di Vallo di Nera
SELLANO – Una grande festa popolare dal titolo “Canta che ti passa” ha riunito a Sellano i gruppi di canto folclorico della Valnerina. La manifestazione è stata ideata e organizzata dall’Associazione culturale “Sellano Terra di Mezzo” ed è arrivata con successo alla terza edizione. Lo scopo dell’appuntamento è quello di tramandare le tradizioni, favorire l’amicizia e lo stare insieme, salvaguardando i canti che sono una delle espressioni culturali più sentite del territorio – come ha detto la presidente dell’Associazione Valentina Cesarini.

I canti della tradizione rurale sono i testimoni di uno stile di vita semplice, laborioso e salutare che ha sempre distinto la gente della Valnerina, sono un linguaggio spontaneo che unisce le persone con grande facilità. Il raduno ha visto sfilare, dalla chiesa di San Francesco lungo il viale Marconi fino al centro polifunzionale della cittadella, ben quattordici gruppi, accompagnati da fisarmoniche, organetti, tamburelli, caccavelle e da decine di costumi variopinti. Un tripudio di note, di stendardi, di colori e di contagiosa allegria si sono unite a un’organizzazione impeccabile, resa possibile dalla collaborazione di diverse persone.

Ospiti dell’evento sono stati i Cantori della Valnerina di Ferentillo, I Menestrelli di Vallo di Nera, i Pasquettari di Meggiano, le Cinciallegre di Spoleto, il Canto popolare Giano dell’Umbria, il gruppo Nursia folk, i Pasquettari di Cerreto di Spoleto e quelli di Preci, la coppia di stornellatori Balzana-Ranucci, i Pasquarellari di Avendita, i Pasquettari di Molini, Cammoro e Orsano, i Pasquettari di Verchiano, quelli di San Martino e quelli di Sellano.

Le varie formazioni, vestite con i costumi tradizionali campagnoli, sono state accolte dalla Presidente e da Monica Salvatori e presentate abilmente da Luigi Battipaglia che ha invitato ogni compagine a eseguire due brani del proprio repertorio. Al termine dei canti l’Associazione ha consegnato a ciascun gruppo un distintivo-ricordo e un dvd con le foto della passata edizione. In chiusura, dopo i saluti del sindaco di Sellano Attilio Gubbiotti, che gli organizzatori hanno ringraziato per il patrocinio e il sostegno dato dall’amministrazione comunale alla manifestazione, la serata si è conclusa con un ricco buffet a base di prodotti tipici locali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*