Il capogruppo di Rispetto per Norcia, Remigi, risponde a Stefanelli

Rispetto per Norcia, siamo felici che stefanlli si sia "svegliato"

Il capogruppo di Rispetto per Norcia, Remigi, risponde a Stefanelli

Volano stracci a Norcia tra Stefano Remigi e Gian Paolo Stefanelli

C’è un’ evoluzione importante nella vita della città: il consigliere Stefanelli passa dagli insulti ed aggressioni ad un’analisi “tutta sua personale” della situazione. Rileviamo però che, come suo costume, si limita alla sola critica infondata e fine a se stessa e che nulla aggiunge al grande sforzo che l’Amministrazione e i cittadini stanno facendo per uscire da questa terribile crisi. Il Consigliere continua a lamentarsi che l’opposizione è stata messa a tacere. Registriamo purtroppo però che nei numerosi consigli comunali che si sono tenuti in questo lunghissimo anno, l’unica proposta da lui avanzata è stata quella di aiutare un suo amico personale. In realtà nessuno ha mai impedito ad alcuno di poter prestare il proprio contributo.

Non si comprende dunque da cosa il consigliere deduca che il ‘Sindaco è tornato con i piedi per terra’ riconoscendo che ‘è tutto fermo’. In realtà tutte le Istituzioni, la struttura comunale e regionale stanno lavorando senza soluzione di continuità dal 24 agosto 2016. Sarebbe bastato che il consigliere Stefanelli frequentasse le tantissime riunioni pubbliche e gli uffici poter constatare di persona la presenza costante del Sindaco e degli Amministratori e delle decine di cittadini con i quali il Sindaco parla ogni giorno, riuscendo comunque a tenere fede anche a tutti gli impegni di carattere istituzionale.

E’ assolutamente da biasimare, invece, il grave atteggiamento di delegittimazione delle Istituzioni, anche gettando un alone di dubbio sull’utilizzo delle donazioni (in denaro e non). Già altri hanno commesso questo gravissimo errore. Da oggi Stefanelli si aggiunge al novero di questi. Le somme donate al Comune sono tutte tracciate, e disponibili per gli scopi indicati dai donatori. Tutto il materiale giunto a Norcia è stato gestito e tracciato dalla Protezione Civile Regionale. Più volte abbiamo risposto e spiegato anche in Consiglio comunale come intendiamo gestire invece le somme ricevute. Anche in questo caso mai una sola proposta da parte di Norcia del Cuore. Cogliamo invece l’occasione per dire ancora una volta grazie al grande cuore degli Italiani e non.

E’ grave inoltre la delegittimazione delle nostre professionalità, così come la mancanza di senso di solidarietà verso territori comunque colpiti dal sisma che devono avere la possibilità di migliorare la sicurezza sismica degli edifici senza nulla togliere ai comuni più danneggiati. Infatti la nostra città ha già ottenuto il finanziamento delle scuole, del palazzo municipale, della Castellina, dell’Ospedale, delle mura, dei cimiteri e di molti altri edifici (vedi IPAB) che sono stati finanziati già con il primo piano delle opere pubbliche.

Quando Stefanelli parla di “cattedrali nel deserto”, se il riferimento è al centro polivalente, è sotto gli occhi di tutti l’utilizzo quotidiano della struttura che sta garantendo la continua presenza di manifestazioni di carattere sociale, culturale ed economico.

Per concludere: tutto è possibile eccepire tranne “l’ASSENZA” del Sindaco che invece è “PRESENTE” in città ed in ogni tavolo istituzionale che conta ed è riuscito ad ottenere risultati per la nostra comunità fino ad ora mai riconosciuti ad un territorio terremotato. Rileviamo che oggi Stefanelli, abbracciando una costola del suo partito di riferimento, per ragioni poco nobili e che nulla hanno a che vedere con l’interesse generale della nostra comunità viene “pilotato” nel tentativo di delegittimare l’azione di quanti invece, con vero spirito di servizio, senso di responsabilità e delle Istituzioni, stanno lavorando per porre le migliori basi per ricostruire insieme il futuro di Norcia.

Il capogruppo di Rispetto per Norcia
Stefano Remigi
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*