Scheggino partecipa alle Giornate internazionali APE

Il noce era fonte di frescura in ogni aia contadina

Scheggino partecipa alle Giornate internazionali APE

SCHEGGINO – Il Comune di Scheggino ha aderito alle Giornate internazionali APE (Ambiente, pace e ecologia) promosse dalla Fondazione Sorella Natura e dall’associazione Amici del Creato, piantando un albero di noce come simbolo di saggia ecologia. L’iniziativa si è tenuta giovedì mattina alla presenza del sindaco di Scheggino, Paola Agabiti, e degli alunni della scuola dell’infanzia con le loro insegnanti. Il primo cittadino ha brevemente illustrato il significato dell’iniziativa, richiamando i bambini al tema della pace e dell’ambiente in vista anche del Natale. Quindi c’è stata la messa a dimora dell’albero, che ha destato curiosità tra i piccoli.

Una tradizione cristiana – spiegano i promotori delle Giornate internazionali APE – vuole che Gesù fosse battezzato sotto un albero di noce e che la Croce fosse di legno di noce . Il noce, noce italico (Juglans Regia), specie arborea di grande pregio, coltivabile dalle Alpi alla Sicilia, è anche simbolo di economia solidale.

La tradizione contadina, vigente in tutt’Italia, voleva che il nonno piantasse un noce alla nascita di un nipote… il noce è albero ricco di echi francescani: S. Antonio che predicava su di un noce in Campo San Piero (PD), il manzoniano fra Galdino cercatore di noci…

Il noce era fonte di frescura in ogni aia contadina; i suoi frutti, le noci, sono cibo povero, prezioso, salubre… il suo legno è di grande pregio economico…la specie noce italico è oggi quasi scomparsa, perché di lento accrescimento ed è soppiantata dalla più veloce e produttiva, meno pregiata, noce californiana. Piantando un albero di noce italica si effettua anche un’operazione di salvaguardia della biodiversità.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*