Scheggino partecipa alle Giornate internazionali APE

Il noce era fonte di frescura in ogni aia contadina

Scheggino partecipa alle Giornate internazionali APE

SCHEGGINO – Il Comune di Scheggino ha aderito alle Giornate internazionali APE (Ambiente, pace e ecologia) promosse dalla Fondazione Sorella Natura e dall’associazione Amici del Creato, piantando un albero di noce come simbolo di saggia ecologia. L’iniziativa si è tenuta giovedì mattina alla presenza del sindaco di Scheggino, Paola Agabiti, e degli alunni della scuola dell’infanzia con le loro insegnanti. Il primo cittadino ha brevemente illustrato il significato dell’iniziativa, richiamando i bambini al tema della pace e dell’ambiente in vista anche del Natale. Quindi c’è stata la messa a dimora dell’albero, che ha destato curiosità tra i piccoli.

Una tradizione cristiana – spiegano i promotori delle Giornate internazionali APE – vuole che Gesù fosse battezzato sotto un albero di noce e che la Croce fosse di legno di noce . Il noce, noce italico (Juglans Regia), specie arborea di grande pregio, coltivabile dalle Alpi alla Sicilia, è anche simbolo di economia solidale.

La tradizione contadina, vigente in tutt’Italia, voleva che il nonno piantasse un noce alla nascita di un nipote… il noce è albero ricco di echi francescani: S. Antonio che predicava su di un noce in Campo San Piero (PD), il manzoniano fra Galdino cercatore di noci…

Il noce era fonte di frescura in ogni aia contadina; i suoi frutti, le noci, sono cibo povero, prezioso, salubre… il suo legno è di grande pregio economico…la specie noce italico è oggi quasi scomparsa, perché di lento accrescimento ed è soppiantata dalla più veloce e produttiva, meno pregiata, noce californiana. Piantando un albero di noce italica si effettua anche un’operazione di salvaguardia della biodiversità.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*