Sisma, Presidente Marini, Commissario Errani ha svolto lavoro preziosissimo

Un lavoro di grande complessità, di raccordo con il Governo ed il Parlamento

Sisma, Presidente Marini, Commissario Errani ha svolto lavoro preziosissimo

Sisma, Presidente Marini, Commissario Errani ha svolto lavoro preziosissimo

NORCIA – “Vasco Errani in questo anno ha svolto un lavoro preziosissimo per il quale vorrei ringraziarlo con grande affetto. Un lavoro di grande complessità, di raccordo con il Governo ed il Parlamento, di coordinamento delle quattro Regioni, grazie al quale oggi disponiamo di un quadro finanziario e normativo che ci dà sicurezza per l’opera di ricostruzione nella quale siamo già impegnati”.

È quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, a margine delle diverse iniziative che si sono svolte oggi in Valnerina, che hanno visto presente il Commissario straordinario per la ricostruzione, Vasco Errani, il cui mandato scadrà il 9 settembre e che, secondo fonti parlamentari, sarà sostituito dall’attuale sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle finanze, Paola De Micheli.

“Conoscevo, e le ho sempre apprezzate, le competenze di Vasco Errani – ha detto la presidente -, ed oggi sono felice che ciò sia stato a lui riconosciuto da tutte le comunità che in questi mesi hanno avuto modo di conoscerlo. Se oggi, dunque, disponiamo di questo quadro di certezze è grazie al preziosissimo lavoro svolto da Vasco Errani al quale voglio esprimere la mia grande riconoscenza e rivolgere un affettuoso ringraziamento”.

Quanto alla scelta che il Governo si accinge a fare per il nuovo Commissario che sostituirà Vasco Errani, la presidente l’ha definita “una scelta di qualità, avendo preferito un referente politico all’interno dell’esecutivo nazionale, che opererà in stretta collaborazione con lo stesso Presidente del Consiglio dei Ministri, Poalo Gentiloni.

Una scelta di ‘governance’ politica molto importante, che come Presidenti di Regione abbiamo condiviso e che ci rassicura sotto il profilo delle certezze di cui abbiamo bisogno per l’imponente opera di ricostruzione che ci attende”.

La presidente Marini, inoltre, nel riconoscere all’onorevole De Micheli “notevoli capacità operative e un pragmatismo amministrativo”, ha affermato di essere convinta che “sarà per noi un interlocutore importante, anche grazie all’esperienza che ha maturato come referente del Governo per la ricostruzione a l’Aquila”. Ora “si apre una fase – ha detto – che dovrà prevedere un’evoluzione.

Dopo aver costruito in questo anno il quadro normativo e regolamentare, che rappresenta le certezze dei diritti dei cittadini, da ora in poi, e sempre di più, la ricostruzione avrà bisogno di un maggiore protagonismo degli enti locali più prossimi ai cittadini, che sono i Comuni e le Regioni.

Ci attendiamo ora una evoluzione che ci consenta di esprimere questo nostro protagonismo, nella specificità delle diverse Regioni, e nella specificità del diverso quadro di danni che il terremoto – ha concluso Marini – ha prodotto nelle diverse realtà delle quattro regioni, pur in un quadro operativo unitario”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*