Primi voti solenni per i monaci benedettini di Norcia

A suonare i "rintocchi della sua nuova vita è una campana recuperata dal vecchio monastero

Primi voti solenni per i monaci benedettini di Norcia

Primi voti solenni per i monaci benedettini di Norcia

Dopo il terremoto arrivano i primi voti solenni per i monaci benedettini di Norcia. Dopo cinque anni di formazione e professione semplice, padre Martino Bernhard, originario di Tyler in Texas, compie la sua consacrazione a Dio, con la vestizione del mantello e la copertura con il pallio funebre durante la sepoltura mistica.
Questo avviene nel nuovo monastero di San Benedetto in Monte, alle porte di Norcia, dove i monaci si sono trasferiti dopo che il sisma ha reso inagibile i locali accanto alla Basilica. Lo ha annunciarlo è il priore padre Benedetto Nivakoff.

A suonare i “rintocchi della sua nuova vita è una campana recuperata dal vecchio monastero”, racconta. “La professione religiosa mostra sempre un segno di contraddizione nella vita dei monaci – spiega padre Benedetto – mai come ora la nostra vita sta guardando così tanto al paradiso, perché tutto quello che sapevamo prima del terremoto fa parte del passato e quello che ci aspetta dovrà essere ricercato con la fede e con l’amore”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*